Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 29 Giugno 2014

Lo storico film di John Huston sulla partita di calcio tra gli ufficiali tedeschi e i prigionieri Alleati sarà oggetto di un remake diretto da Doug Liman. Jena Malone sarà la protagonista invece del rifacimento di Le Beau Mariage di Rohmer

John Huston con Pelé e Michael Caine

Si preparano prestigiosi remake negli Stati Uniti: Doug Liman è connesso alla regia per quanto riguarda Fuga per la vittoria (Victory, 1981) e Jena Malone sarà un volto del rifacimento di Le Beau Mariage (1982). Doug Liman è andato vicino ai 300 milioni di dollari incassati al box-office in tutto il mondo con Edge of tomorrow - Senza un domani, malgrado il film non sia stata la bomba di incassi che la Warner Bros. Pictures si aspettava dopo aver investito nel progetto ben 178 milioni. In ogni caso, il regista ha deciso subito di imbarcarsi su un nuovo film e di non perdere tempo per creare una nuova potenziale gallina dalle uova d'oro, ed eccolo su Victory.

THR ha riportato che il dibattito tra Liman e la Warner è in corso e l'idea è quella di ricreare le atmosfere mitiche del film di John Huston, incentrato sulla partita di calcio tra tedeschi del regime nazista e prigionieri Alleati presso un campo di prigionia durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel film originale c'erano Max Von Sydow nella parte di un ufficiale nazista, Sylvester Stallone tra i pali della squadra dei prigionieri, Michael Caine, Pelé e Ardiles a rinfoltire le linee alleate. La partita è organizzata dai tedeschi per dimostrare la loro superiorità e il capitano Michael Caine raccoglie la sfida: il subplot è caratterizzato dal progetto dei prigionieri di evadere durante l'intervallo tra primo e secondo tempo. Gavin O'Connor, esperto di film di sport (Miracle e Warrior) sta stendendo lo script del remake.

Sul fronte europeo arriva poi la notizia da Deadline sul remake del classico del regista della New Wave francese Eric Rohmer, del quale sarà protagonista designata l'attrice Jena Malone, già ammirata in The Hunger Games: Catching Fire. La trama del film, che si chiamerà Claire, vede un'eccentrica giovane di vent'anni nella sua vita a Long Island con la zia e la cugina teenager. Stanca della relazione con un pittore sposato, Claire inizia a frequentare un uomo che conosce a malapena nella speranza di potersi sposare. Il regista del film sarà Dori Oskowitz, che finora ha vissuto di videoclip musicali e questo sarebbe il suo lungometraggio di debutto.

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box