Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 20 Luglio 2015

Da "Amarcord" di Federico Fellini a "Salò" di Pier Paolo Pasolini, passando per "Il cielo può attendere" di Ernst Lubitsch: ecco le pellicole restaurate che verranno presentate nella sezione Classici del Festival di Venezia 2015

Amarcord

Festival di Venezia 2015: è stato annunciato il programma della sezione Classici, dedicata a pellicole restaurate che torneranno a rivivere sugli schermi del Lido dal 2 al 12 settembre, facendo la gioia dei tanti cinefili presenti alla Mostra. La novità di quest'edizione è l'inclusione di un Guest Director, il cineasta francese Bertrand Tavernier, che ha scelto personalmente quattro titoli da presentare durante i giorni veneziani: La lupa di Alberto Lattuada, Pattes Blanches di Jean Grémillon, Sonnenstrahl di Pál Fejös e Scala al paradiso di Michael Powell ed Emerich Pressburger. Ricordiamo che durante il Festival, Tavernier verrà anche insignito del Leone d'oro alla carriera.

Per il resto, la sezione si compone, al solito, di imprescindibili pietre miliari della storia del cinema. Avremo, tra gli altri, il nostalgico Amarcord di Federico Fellini, Il cielo può attendere di Ernst Lubitsch, I mostri di Dino Risi, Salò o le 120 giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini, Barbarossa di Akira Kurosawa, Alexander Nevsky di Ejzenstejn e tanti altri. Un'occasione imperdibile, insomma, per ripassarsi una buona fetta di settima arte.

[Leggi anche: Festival di Venezia 2015: Ecco i film più papabili]

Come già in questi ultimi anni, un giuria composta da studenti di cinema decreterà poi il miglior restauro tra quelli presentati. A coordinarli in questo arduo compito, Francesco Patierno, regista di Pater Familias, Il mattino ha l'oro in bocca e Cose dell'altro mondo. Oltre alle pellicole annunciate, la sezione verrà poi successivamente completata da alcuni documentari sul cinema e su importanti registi; per sapere con certezza quali saranno questi titoli, però, bisognerà attendere la conferenza stampa di presentazione del programma ufficiale prevista il 29 luglio. 

Ecco, intanto, la lista dei film selezionati ad oggi:

Akahige (Red Beard) [Barbarossa]
di Akira Kurosawa (Giappone, 1965, 185’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: Toho Co., Ltd.
 
Aleksandr Nevskij (Alexander Nevsky) [Alessandro Nevsky]
di Sergej Michajlovic Ejzenštejn (URSS, 1938, 108’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: Mosfilm
 
Amarcord
di Federico Fellini (Italia, 1973, 123’, Colore)
restauro in anteprima mondiale: Cineteca di Bologna con il sostegno di yoox.com e il contributo del Comune di Rimini. In collaborazione con Cristaldifilm e Warner Bros.
 
Apenas un delincuente (Hardly a Criminal) [Appena un delinquente]
di Hugo Fregonese (Argentina, 1949, 90’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: Museo del Cine y Filmoteca Buenos Aires
 
Le beau Serge (Bitter Reunion)
di Claude Chabrol (Francia, 1958, 93’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: Gaumont
 
Fenggui lai de ren (The Boys from Feng-kuei) [I ragazzi di Feng-kuei]
di Hou Hsiao-hsien (Taipei cinese, 1983, 99’, Colore)
restauro in anteprima mondiale: Cinémathèque Royal de Belgique in collaborazione con Hou Hsiao-hsien e The Film Foundation’s World Cinema Project
 
Heaven Can Wait [Il cielo può attendere]
di Ernst Lubitsch (Usa, 1943, 113’, Colore)
restauro in anteprima mondiale: The Film Foundation
 
Léon Morin, prêtre (Léon Morin, Priest)[Léon Morin, prete]
di Jean-Pierre Melville (Francia, 1961, 130’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: Studiocanal
 
La lupa (The Vixen)
di Alberto Lattuada (Italia, 1953, 93’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: CSC – Cineteca Nazionale in collaborazione con Filmauro
 
A Matter of Life and Death [Scala al paradiso]
di Michael Powell, Emeric Pressburger (Regno Unito, 1946, 104’, Colore)
proiezione realizzata in collaborazione con Park Circus Limited
 
I mostri
di Dino Risi (Italia, 1963, 118’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: Museo Nazionale del Cinema di Torino – Fondazione Maria Adriana Prolo e Cineteca di Bologna, in collaborazione con Rti-Mediaset, Lyon Film e Surf Film
 
Pattes blanches (White Paws) [Zampe bianche]
di Jean Grémillon (Francia, 1949, 92’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: Gaumont
 
Pyaasa (The Thirsty One)[Sete eterna]
di Guru Dutt (India, 1957, 144’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: Ultra Media & Entertainment Pvt. Ltd.
 
The Power and the Glory [Potenza e gloria]
di William K. Howard (Usa, 1933, 80’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: 20th Century Fox
 
Salò o le 120 giornate di Sodoma (Salò, or the 120 Days of Sodom)
di Pier Paolo Pasolini (Italia, 1975, 116’, Colore)
restauro in anteprima mondiale: Cineteca di Bologna e CSC - Cineteca Nazionale in collaborazione con Alberto Grimaldi
 
To Sleep with Anger [Dormire con rabbia]
di Charles Burnett (Usa, 1990, 101’, Colore)
restauro in anteprima mondiale: Sony Pictures
 
Sonnenstrahl (Ray of Sunshine) [Viva la vita]
di Pál Fejös (Germania/Austria, 1933, 87’, B/N)
proiezione realizzata in collaborazione con Filmarchiv Austria
 
The Trial of Vivienne Ware

di William K. Howard (Usa, 1932, 55’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: The Museum of Modern Art
 
Umut (Hope) [Speranza]
di Yilmaz Güney (Turchia, 1970, 97’, B/N)
restauro in anteprima mondiale: Repubblica di Turchia – Ministero della Cultura e del Turismo
 
Venise
produzione Gaumont Chronochrome (Francia, 1912, 10’, Colore)
restauro in anteprima mondiale: Gaumont
 
Vogliamo i colonnelli (We Want the Colonels)

di Mario Monicelli (Italia, 1973, 96’, Colore)
restauro in anteprima mondiale: CSC – Cineteca Nazionale in collaborazione con Dean Film

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Video Dominion