Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 17 Giugno 2014

La MGM sta attualmente lavorando ad una trasposizione televisiva di Vivere e morire a Los Angeles e Killer Joe, 2 tra i film più belli di William Friedkin. L'autore de L'esorcista, sempre più stanco del cinema, potrebbe dirigerne gli episodi pilota

Una serie tv per Killer Joe e Vivere e morire a Los Angeles di William Friedkin

Degli adattamenti televisivi per Killer Joe e Vivere e morire a Los Angeles? Ci stanno già lavorando. A rivelarlo è William Friedkin in persona, regista delle pellicole originali. L'autore di amatissimi film come L'esorcista e Il braccio violento della legge pare infatti essersi stancato di un panorama cinematografico che sembra valorizzare solamente i blockbuster. “Non voglio fare un lungometraggio per il cinema, perchè non voglio fare un film su un tizio in maschera vestito di tuta elastica che vola in giro e salva il mondo”, ha spiegato il cineasta in una recente intervista rilasciata a movies.com. “E se oggi fai un film serio – continua – probabilmente non avrà un futuro brillante nelle sale”. 

Parole amareggiate per uno dei maggiori registi americani viventi, che potrebbe trovare la soluzione ai propri dilemmi nell'ambiente televisivo. “L'unica cosa che m'interessa ora è il racconto a forma lunga, che è quel che oggi definereste televisione”. Friedkin prosegue poi citando Fargo, tra le serie tv più celebrate del momento: “Avete visto Fargo in televisione? È fantastico! È intelligente”. Insomma, l'autore si è innamorato della serialità televisiva ed è pronto a sperimentarla da vicino; caso fortuito, la MGM sta attualmente progettando di portare in tv due classici friedkieniani come Vivere e morire a Los Angeles e il più recente Killer Joe, e non si esclude la partecipazione diretta del regista, che ha dichiarato di essere disposto a dirigere gli episodi pilota in caso gli script siano all'altezza delle aspettative. 

Certamente grande è l'attesa per questi due nuovi lavori. Vivere e morire a Los Angeles è un autentico cult poliziesco, storia nera di un detective disposto a tutto pur di vendicare il proprio collega assassinato. Alla sua uscita nel 1985, il re dei critici Roger Ebert gli diede il massimo dei voti, elogiandone la perfezione di alcune spettacolari scene come l'inseguimento in macchina. Accoglienza positiva anche per Killer Joe nel 2011, thriller ultra-cool e iper-violento interpretato da Matthew McConaughey, Emile Hirsch e Juno Temple. Il Los Angeles Times ha amato particolarmente la performance di McConaughey, definendola “indimenticabile”, mentre l'Hollywood Reporter e il Philadelphia Inquirer hanno goduto appieno le atmosfere pulp e impazzite. Friedkin ha spiegato che le due serie non seguiranno par pari i film da cui sono tratti, ma ne avranno comunque la medesima carica emotiva.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box