Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 17 Febbraio 2016

Siamo arrivati a metà del Festival di Berlino 2016, e possiamo dunque fare un primo bilancio sulle pellicole che stanno passando nella capitale tedesca. Il titolo più amato dai critici? "Fuocoammare", nuovo docu di Gianfranco Rosi

Fuocoammare

Siamo arrivati a metà del Festival di Berlino 2016, e possiamo dunque fare un primo bilancio sulle pellicole che stanno passando nella capitale tedesca. L'impressione, a vedere i giudizi della critica internazionale, è che le pellicole scelte per il Concorso Ufficiale siano state per lo più delle delusioni, e l'unico titolo che ha avuto il consenso generale, ad oggi, è Fuocoammare di Gianfranco Rosi, autore già vincitore del Leone d'oro veneziano per Sacro Gra.

Per Der Spiegel trattasi del possibile Orso d'oro, mentre l'Hollywood Reporter ha scritto: “Dove il giornalismo finisce, inizia Fuocoammare. Ci vuole un regista di documentari unico come Gianfranco Rosi per catturare il dramma attraverso la sua macchina da presa puntata sulla piccola isola siciliana di Lampedusa... L’umorismo e la compassione con cui Rosi ha raccontato gli abitanti del raccordo anulare di Roma in Sacro Gra, vincitore del Leone d’Oro a Venezia nel 2013, sono ancora molto presenti, ma qui illuminano un argomento di interesse e importanza molto più grande”. 

Seguono, a ruota, l'atipico hero movie Midnight Special di Jeff Nichols e L'avenir di Mia Hansen-Love, mentre il titolo più odiato, per adesso, è Alone in Berlin di Vincent Perez, bocciato alla grande da pubblicazioni quali Screen International e Telegraph. Tra le pellicole fuori concorso, invece, grande accoglienza per il film d'apertura, Ave, Cesare! dei fratelli Coen, applaudito da Variety, Time Out New York, TheWrap, Los Angeles Times, Entertainment Weekly e tanti altri.

[Leggi anche: Pedofilia e abusi sessuali a Hollywood nello scottante documentario "An Open Secret"]

Insomma, vedremo come si evolveranno le cose durante la seconda metà di Festival, quando si riveleranno anche altre attese opere come Zero Days di Alex Gibney, The Commune di Thomas Vinterberg e A Lullaby to the Sorrowful Mystery di Lav Diaz: rimanete sintonizzati con noi!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Video Dominion