Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 31 Luglio 2016

La rassegna dedicata ai film statunitensi del cineasta tedesco si svolgerà presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema

Il covo dei contrabbandieri

Dobbiamo ammetterlo, le programmazioni estive dei cinema ancora lasciano a desiderare. Ma c’è un circuito di proiezioni, festival, manifestazioni di piazza che tengono vivo il cinema nelle nostre città e lo faranno anche nel mese d’agosto.

A Milano ad esempio non si ferma l’attività della Fondazione Cineteca Italiana che ha in programma una retrospettiva dedicata al periodo americano di Fritz Lang, uno dei più grandi registi tedeschi di tutti i tempi.

Dal 5 al 28 agosto 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema infatti si proietteranno i film che Lang girò dopo la sua fuga dal regime nazista.

Il cineasta lascia il suo paese nel lontano 1935 e, pur restando fedele alla sua estetica, s'impossessa dei generi del cinema americano (western, gangster movie, di guerra e d'avventura) e dirige alcuni dei suoi più grandi capolavori, primo fra tutti Furia (1936) – film che aprirà la rassegna –, denuncia sociale che affronta i temi della giustizia, della vendetta e della fragilità e solitudine dell’individuo di fronte al cinismo della società. Il secondo appuntamento invece è con Il grande caldo, film del 1953 tratto dal romanzo omonimo di William P. McGivern. La donna del ritratto è uno dei suoi capolavori che fortunatamente chi si recherà al MIC avrà la fortuna di rivedere, un film con Edward G. Robinson e Joan Bennett in cui realtà e sogno si mescolano in un racconto di amore e morte. Sempre degli anni quaranta è La strada scarlatta, storia di colpa e degradazione dove nessun personaggio si salva, con Edward G. Robinson nel ruolo di protagonista.

[Leggi anche: "Destino" di Fritz Lang torna nelle sale. Qui il trailer restaurato]

Di certo non poteva mancare Rancho Notorious, incontro tra Fritz Lang  e l’universo iper-definito del genere western. “Una storia romantica, ambientata nel passato, che fa ricordare Dickens”, così il regista ha descritto Il covo dei contrabbandieri, mentre gli appuntamenti termineranno il 28 agosto con la replica di Sono innocente con Henry Fonda e Sylvia Sidney. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box