Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 23 Maggio 2017

Ci lascia Roger Moore a 89 anni, indimenticabile soprattutto come agente segreto Bond e interprete della serie Attenti a quei due con Tony Curtis

Roger Moore

Ci lascia Roger Moore, indimenticabile soprattutto come agente segreto Bond e interprete della serie Attenti a quei due con Tony Curtis.

Quest'ultima magari dirà poco o nulla alle nuove generazioni, ma quei telefilm sono stati davvero la quintessenza della programmazione televisiva. Erano, infatti, a differenza delle interminabili serie, degli episodi completi sempre diversi tra loro anche se i personaggi mostravano sempre alcune caratteristiche per le quali sono diventati celebri: proprio come l'indimenticabile Lord Sinclair interpretato da Roger Moore. Ma Attenti a quei due entusiasmava innanzi tutto per l'insolita coppia Moore/Curtis, giocata proprio sull'insanabile antipatia tra britannici e statunitensi... Stranamente questa serie andò meglio in Europa, ma negli Stati Uniti fu praticamente un insuccesso.

Proprio sull'irresistibile humor britannico era basata la sua spia Bond, che interpretò per 13 anni incantando una parte di fans. Sì, perché c'erano due vere e proprie fazioni, quelle che preferivano Sean Connery e quella degli amanti di Moore. Dobbiamo dire che per noi Moore è stato sempre più scanzonato e sottile o forse la sua eleganza era davvero irraggiungibile. Come attore gli bastava davvero poco per coinvolgere il pubblico in una gag improbabile o surreale.

Non dobbiamo dimenticare poi una serie degli anni sessanta che fu molto amata all'estero e poco in Italia: Il santo, in cui interpretava il personaggio di Simon Templar, un ladro che aveva un po' lo stesso obiettivo di Robin Hood. Questa serie arrivò alla bella cifra di 118 episodi.

Moore ha fatto molti film, ma purtroppo fu abbastanza sfortunato nella scelta, infatti, non riuscì, a parte i vari Bond, ad essere protagonista come magari meritava. Lo ricordiamo nel 1978 in un film che ebbe abbastanza risonanza a quei tempi come I 4 dell'oca selvaggia.

Era nato il 14 ottobre del 1927 a Londra ed aveva molto giovane intrapreso la carriera teatrale proprio durante la seconda guerra mondiale. E poi presto passando al cinema in film come L'ultima volta che vidi Parigi (1954), Oltre il destino (1955), Il ladro del re (1955) e Diana la cortigiana (1956). Ma bisognava aspettare fino al 1973 per il suo primo Bond: Agente 007 - Vivi e lascia morire.

Nel 2008 Moore aveva pubblicato la sua autobiografia intitolata "My Word Is My Bond" "La mia parola è il mio impegno": in inglese è un gioco di parole in quanto "bond" è impegno, ma anche il cognome del famoso agente segreto.

È morto oggi dopo breve lotta con il cancro ad 89 anni. Moore risiedeva attualmente in Svizzera. La sua famiglia lo ha annunciato su Twitter: "Con tutto il dolore nei nostri cuori, dobbiamo condividere la terribile notizia di nostro padre, Sir Roger Moore è mancato oggi. Siamo tutti devastati dal dolore".

Categorie generali: 

Facebook Comments Box