Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 23 Giugno 2020

A 20 anni dal giorno successivo alla sua uscita in sala, Aardman Animation Studios ha confermato che produrrà un sequel di "Chicken Run" 8"Galline in fuga"), questa volta il progetto è sostenuto da Netflix, che distribuirà il film a livello globale

Galline in fuga, il sequel

A 20 anni dal giorno successivo alla sua uscita in sala, Aardman Animation Studios ha confermato che produrrà un sequel di "Chicken Run"  ("Galline in fuga"), questa volta il progetto è sostenuto da Netflix, che distribuirà il film a livello globale al di fuori della Cina. 

Secondo le informazioni diffuse non sembra che sia cambiato granché. L'"antropomorfizzazione" degli animali continua ad essere uno strumento prediletto per produrre storie di tutti i tipi che raramente aumentano il livello di consapevolezza antispecista. E dire che proprio le galline nel primo film si trovavano dentro una prigione e si immaginava una fuga: una sorta di lasciapassare inconscio che nell'immaginario umano serviva forse a lavarsi un po' il peso dalla coscienza di miliardi di animali sfruttati per qualsiasi tipo di attività, compresa ovviamente quella di mangiarli!

L'annuncio del sequel è stato dato durante un panel di Annecy Making Of sulla piattaforma digitale del festival. Annecy è noto come centro di importanza mondiale e di riferimento per la produzione e distribuzione del cinema di animazione con il suo importante festival. Il sequel era stato a lungo vociferato, sebbene il coinvolgimento di Netflix sia una grande novità. 

Un'uscita di Netflix che coincide con la presentazione ha spiegato che Studiocanal - che ha finanziato, distribuito e venduto le produzioni di Aardman dal film Shaun the Sheep - Vita da pecora del 2015 - e Pathé, che ha sostenuto l'originale, hanno concluso un accordo con Aardman per consentire il trasferimento del diritti di sequel del gigante dello streaming globale. 

Due decenni dopo la sua uscita, “Chicken Run” "Galline in fuga" rimane il film d'animazione in stop-motion più redditizio di tutti i tempi ed è stato nominato come miglior film d'animazione agli Oscar 2000. La prima volta, hanno diretto i leggendari premiati innovatori stop-motion di Peter Lord ("The Pirates! Band of Misfits" "Pirati! Briganti da strapazzo") e Nick Park ("Wallace & Gromit"). Questa volta, il  film sarà diretto da Sam Fell, regista nominato all'Oscar “Paranorman” e autore di “Flushed Away” "Giù per il tubo".

"Ne abbiamo discusso così tante volte nel corso degli anni e abbiamo trovato varie idee, ma non ne abbiamo mai trovato una abbastanza amata", ha spiegato Lord in un video disponibile sulla piattaforma digitale di Annecy. 

"Ma era sempre nella parte dimenticata delle nostre menti", ha continuato, spiegando che ogni tre o quattro anni ci sarebbe stata una conversazione ad Aardman su come farlo. Ora, è convinto, "Abbiamo la storia perfetta e anche il rapporto con Netflix è perfetto perché celebrano il regista e sono così amichevoli con il regista", ha spiegato. 

"Sento che ora possiamo realizzare il sequel di "Galline in fuga" che vogliamo, quello a cui teniamo davvero". "Abbiamo lavorato alla sceneggiatura per un po' di tempo, di anni in verità", ha confessato Fell, ricordando una sessione di brainstorming con i co-sceneggiatori Karey Kirkpatrick e John O'Farrell.

Il sequel di "Chicken Run" di Netflix si rivolge a Ginger, che ora vive in un paradiso dei polli senza umani. Lì, Ginger e Rocky schiudono un uovo insieme e nasce la figlia Molly. La ragazza cresce rapidamente, "come fanno i bambini", spiegò Fell, e Molly inizia a superare l'isola. Allo stesso tempo, le voci iniziano a scatenare una nuova e terribile minaccia sulla terraferma, costringendo Ginger a radunare le sue truppe e mettere a repentaglio la propria libertà conquistata duramente per il bene di tutti i tipi di pollo. 

"Ti dico che sarà divertente e sarà divertente vedere queste galline di nuovo in azione", ha promesso Fell. "Tutti i gadget, il kit, ci stiamo muovendo verso un quasi tributo a "Mission Impossible" con elementi di rapina e il modo in cui riusciranno a realizzare questo incredibile irruzione." 

Le riprese sono previste per il prossimo anno con Lord, Carla Shelley e Karey Kirkpatrick che torneranno come produttori esecutivi. Steve Pegram produrrà e Park sarà coinvolto in un ruolo di consulenza. Rachel Tunnard si unisce a Kirkpatrick e O 'Farrell per compiti di sceneggiatura. Sono stati anche discussi i dettagli su altri progetti Aardman in arrivo.

"Ne stiamo girando uno chiamato "Robin Robin"", ha detto Lord, descrivendolo come uno speciale di Natale di mezz'ora, in stop-motion. "(È) diretto da due ragazzi nuovi di Aardman, il che è fantastico", ha continuato, aggiungendo che con il nuovo talento arriva un nuovo stile e che lo speciale avrà un aspetto diverso da quello che Aardman ha fatto prima. Aardman sta anche lavorando al recente annunciato "The Big Fix Up", una nuova storia di "Wallace & Gromit" sviluppata con Fictioneers - una raccolta di società creative britanniche tra cui Potato, Sugar Creative e Tiny Rebel Games, con il sostegno dell'Università del Sud Galles - che utilizzerà le ultime tecnologie immersive per portare i personaggi classici nel regno della realtà aumentata.

Fonte: Variety

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Video Dominion