DOMINION

 
Video Dominion
Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 20 Settembre 2016

Scelta anomala per la Thailandia nella corsa agli Oscar 2017. Il contendente che rappresenterà la nazione, infatti, è "Arpat" di Kanittha Kwunyoo, uscito in patria col divieto ai minori di 18 anni e con un taglio di 2 minuti

Arpat

Scelta anomala per la Thailandia nella corsa agli Oscar 2017. Il contendente che rappresenterà la nazione, infatti, è Arpat di Kanittha Kwunyoo, uscito in patria col divieto ai minori di 18 anni e con un taglio di 2 minuti a causa di svariate lamentele da parte di diversi gruppi religiosi che hanno ritardato il suo release. 

Al centro della narrazione è un giovane ragazzo costretto dal padre a diventare un monaco. Nonostante le sue vesti religiose, però, il nostro finirà per innamorarsi di una donzella del villaggio, con cui avrà una relazione intima e tutt'altro che immacolata.  

[Leggi anche: Il regista Apichatpong Weerasethakul contro la censura thailandese]

Tra gli altri titoli considerati dalla commissione: Snap… Kae Dai Kid Tueng di Kongdej Jaturanrasmee, The Island Funeral di Pimpaka Towira, Serd di Ekachai Srivichai, e Wandering di Boonsong Nakphoo. Ce la farà Arpat ad arrivare alla shortlist come Miglior Film Straniero? Per scoprirlo con certezza, non ci rimane che attendere qualche mese...

Categorie generali: 

Facebook Comments Box