Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 24 Marzo 2016

Senza peli sulla lingua, Asia Argento ha insultato pesantemente il regista dell'imminente remake di "Suspiria", Luca Guadagnino: "È un cazzone buono a nulla che brucerà all'inferno, un subdolo figlio di puttana"

Asia Argento

In caso vi foste persi la notizia, sappiate che Luca Guadagnino si appresta a girare un remake di Suspiria, forse il capolavoro per eccellenza di Dario Argento. Per quanto avremmo preferito un alto cineasta a bordo (in primis, Saverio Costanzo, che con La solitudine dei numeri primi e Hungry Hearts ha dimostrato di sapersi muovere con evocazione nei territori dell'ansia), ammettiamo di avere una certa curiosità nell'operazione di Guadagnino, autore italiano, tra i pochi del panorama, che lavorano veramente sulle immagini e sulle possibilità espressive che offre il montaggio, e pensiamo al suo ultimo A Bigger Splash.

Eppure, a non essere d'accordo è sicuramente Asia Argento, che su Twitter non ha perso occasione di esprimere il suo disgusto per il regista e l'imminente rifacimento. Ha scritto spietatamente la donna: “Guadagnino è un cazzone buono a nulla che brucerà all'inferno. È un subdolo figlio di puttana che lecca i culi a destra e sinistra per poterli fottere meglio”. Insomma, acidissima e come sempre senza peli sulla lingua.

[Leggi anche: In arrivo serie tv su "Django" e "Suspiria" grazie a Cattleya e Atlantique Productions]

Ricordiamo che alcune settimane fa, Guadagnino ha rivelato ai fan che il suo remake si ambienterà esattamente nello stesso setting dell'originale, ovvero nella Berlino degli anni '70. Di più: a quanto pare, per l'occasione godrà ancora una volta di due fra le attrici più lanciate del panorama: niente di meno che la mitica Tilda Swinton e la giovane Dakota “Anastasia Steele” Johnson, con cui lavorò già per A Bigger Splash. La sceneggiatura porterà invece la firma di Christof Gebert. Ancora nessuna conferma su quando possano iniziare le riprese (la Johnson sta attualmente girando i sequel delle Sfumature), ma salvo imprevisti, l'opera dovrebbe arrivare nel corso del 2017. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box