Ritratto di Luca Carbonaro
Autore Luca Carbonaro :: 12 Ottobre 2016

In occasione del Reykjavík Film Festival, il controverso regista americano Darren Aronofsky ha parlato della sua prossima pellicola e del compositore Jóhann Jóhannsson, il quale ne curerà il comparto sonoro

Darren Aronofksy

Il controverso regista Darren Aronofsky ha attualmente in post-produzione una pellicola ancora priva di titolo che vanta un cast stellare, con attori del calibro di Jennifer Lawrence, Michelle Pfeiffer, Javier Bardem e Domhnall Gleeson. Al momento non sappiamo molto della trama se non che il film ruota attorno a una relazione di coppia che viene testata dall'arrivo, inaspettato, di alcuni ospiti alla propria abitazione.

In occasione del Reykjavík Film Festival, il regista di The Wrestler e Noah ha voluto rivelare qualche dettaglio, pur rimaneno molto criptico: "Le mie produzioni iniziali ruotavano attorno a delle idee. Quando ho realizzato Noah, nel 2014, c'era l'intenzione di sfruttare il materiale biblico di partenza per realizzare un qualcosa di diverso, anche analizzandolo dal punto di vista politico. Posso dire, invece, che con il mio ultimo progetto ho deciso di assumermi la piena responsabilità, in qualità di regista, di creare una connessione emotiva con il mio pubblico".

Il regista ha poi concluso dicendo che il film è stato realizzato in 16mm, eccezion fatta per l'ultimo giorno di produzione in cui sono state utilizzate macchine digitali per ricreare effetti speciali. A curare la colonna sonora, inoltre, non ci sarà più lo storico compositore, e suo collaboratore di lunga data, Clint Mansell, bensì Jóhann Jóhannsson (Sicario, La Teoria del Tutto, Blade Runner 2049).

Secondo alcuni indizi emersi, il film dovrebbe uscire l'anno prossimo ed essere distribuito da Paramount Pictures. Vi ricordiamo, infine, che alcune delle precedenti pellicole di Aronofsky come The Wrestler, Il Cigno Nero e Pi, per citarne alcune, sono state girate con l'ausilio del formato 16mm.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Video Dominion