ABBONATI AL CANALE DI INFORMAZIONE LIBERA DI MORRIS SAN

Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 9 Marzo 2021

“Ticket to Paradise” della Universal Pictures, con George Clooney e Julia Roberts, sarà girato in Australia, l'annuncio di oggi di Paul Fletcher, ministro federale australiano per le comunicazioni e le arti

George Clooney e Julia Roberts

Ticket to Paradise” della Universal Pictures, con George Clooney e Julia Roberts , sarà girato in Australia, è stato annunciato martedì. Si unisce a una lista crescente di film di Hollywood diretti in Australia.

Le riprese in esterni nel Queensland sono state annunciate da Paul Fletcher, ministro federale australiano per le comunicazioni e le arti. Ha detto che la produzione riceverà una sovvenzione di 6,4 milioni di dollari australiani (4,92 milioni di dollari) dal programma di incentivi per la localizzazione di 540 milioni di dollari australiani (415 milioni di dollari). Potrebbe anche essere idoneo a ricevere finanziamenti dal pacchetto Strategia per l'attrazione della produzione del Queensland.

"Ticket to Paradise" è stato presentato il mese scorso. Sarà diretto da Ol Parker ("Mamma Mia! Here We Go Again") e prodotto da Tim Bevan ed Eric Fellner della Working Title.

Il film vedrà Clooney e Roberts come una coppia divorziata che si precipita a Bali per impedire alla figlia adulta di sposarsi. Girerà nelle isole Whitsunday, che raddoppieranno per Bali. Utilizzerà anche località nella Gold Coast e Brisbane.

Clooney e il partner creativo Grant Heslov produrranno la sceneggiatura originale di Smokehouse Pictures, insieme a Roberts, Lisa Gillan e Marisa Yeres Gill di Red Om Films. Il vicepresidente esecutivo senior della produzione della Universal Erik Baiers e il direttore dello sviluppo Lexi Barta supervisioneranno il progetto per conto dello studio. La sceneggiatura originale è stata scritta da Parker e Daniel Pipski.

Fletcher ha affermato che “Ticket to Paradise” genererà 47 milioni di dollari australiani (36,2 milioni di dollari) per l'economia australiana e creerà più di 270 posti di lavoro nel cast e nella troupe.

"Ad oggi, abbiamo distribuito più di 216 milioni  di dollari australiani ($ 36,2 milioni) nell'ambito dell'Incentivo per la posizione per attrarre 22 produzioni in Australia, fornendo più di 12.700 opportunità di lavoro per cast e troupe locali e generando lavoro per oltre 13.500 aziende che supportano queste grandi produzioni", ha detto Fletcher in una dichiarazione.

Le produzioni internazionali sono attualmente attratte in Australia da una combinazione di aggressivo incentivo finanziario - l'Australia ha rapidamente messo in atto finanziamenti governativi per riavviare l'industria della produzione cinematografica dopo il COVID - e condizioni in gran parte prive di COVID sul campo.

"Siamo molto fortunati ad avere una destinazione sicura per COVID dove le persone possono filmare in questo momento e fortunatamente non subiscono ritardi o interruzioni e possono anche avere uno stile di vita straordinario mentre sono qui", ha affermato Kylie Munnich, CEO di Screen Queensland. Lo stato del Queensland non ha avuto alcuna trasmissione di COVID-19 negli ultimi 55 giorni.

Il paese applica un rigoroso sistema obbligatorio di quarantena in albergo di due settimane. Ma questo non sembra essere stato un deterrente per le produzioni cinematografiche e televisive in entrata. E molte star hanno ottenuto un'esenzione e sono autorizzate ad autoisolarsi in strutture private.

Altri che utilizzano l'Australia per le riprese includono "Thor: Love and Thunder" di Taika Waititi e il romanzo fantasy di George Miller "Three Thousand Years of Longing". (Rapporti non confermati dicono che Roberts si recherà presto in Australia per iniziare la serie antologica del Watergate "Gaslit" con Sean Penn.)

Il Queensland, in particolare, ha beneficiato dei 400 milioni di dollari australiani (308 milioni di dollari) iniettati dal governo Morrison nel fondo di localizzazione. Da luglio 2020, otto delle 12 produzioni che entreranno in Australia saranno state o saranno girate nel Queensland.

Ron Howard è ora nel Queensland per iniziare presto la produzione di “Thirteen Lives”, il film basato sui fatti di Imagine Entertainment e MGM sul salvataggio nel 2018 di una squadra di calcio maschile bloccata in grotte allagate in Thailandia.

L'agenzia statale Screen Queensland si è assicurata tre serie consecutive di Universal Studio Group e Matchbox Pictures da girare negli Screen Queensland Studios di Brisbane. Questi genereranno una pipeline di lavoro di 18 mesi e un contributo previsto di 143 milioni di dollari australiani (110 milioni di dollari) all'economia statale.

Già completato è “Young Rock” della NBC, una commedia ispirata e interpretata da Dwayne Johnson. Il prossimo è "Joe Exotic", una serie limitata basata su un podcast di successo che descrive i veri eventi di Carole Baskin (Kate McKinnon di "Saturday Night Live"), che si trasferisce negli Screen Queensland Studios ad aprile. Presto inizierà anche la serie drammatica in 10 parti “Irreverent”, che segue un criminale in fuga da New York. Si nasconde in una città sulla barriera corallina nel Queensland, fingendosi il nuovo prete della chiesa.

La scorsa settimana è stato annunciato che il Queensland si era assicurato anche la seconda stagione del dramma originale per giovani adulti di Amazon, “The Wilds”, girato in precedenza in Nuova Zelanda. Lo spettacolo sarà girato principalmente sulla Gold Coast da aprile.

Lo schema di incentivi del Queensland vuole essere un sistema di ricarica. "Completa l'incentivo federale sulla location ed è un ulteriore incentivo per filmare nel Queensland, pagabile alla fine delle riprese", ha detto Munnich. “Non facciamo parte del totale flusso di cassa - devono essere completamente finanziati per venire qui. Ma è un incentivo finanziario a lavorare nel Queensland perché è una percentuale del loro budget in più rispetto a quello che ricevono dal governo federale".

Fonte: Variety

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Per condividere o scaricare questo video: TV Animalista