Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 30 Maggio 2020

Servizi segreti, intelligence di spionaggio, pressioni governative, Esercito. Dietro le produzioni hollywoodiane nella storia del cinema c'è spesso lo zampino di poteri più o meno occulti che modificano a piacimento le storie dei film

Intrigo internazionale

Il governo degli Stati Uniti e Hollywood sono sempre stati vicini. Washington DC è stata a lungo fonte di intriganti trame per i cineasti e Los Angeles è stata un generoso fornitore di glamour e sfarzo per la classe politica. Ma quanto contano questi due centri di influenza americana?

L'esame di documenti precedentemente nascosti rivela che la risposta è: molto. Ora possiamo dimostrare che il rapporto tra la sicurezza nazionale degli Stati Uniti e Hollywood è molto più profondo e politico di quanto nessuno abbia mai riconosciuto.

Fumo e specchi
È una questione di dominio pubblico che il Pentagono ha avuto un ufficio di collegamento per l'intrattenimento dal 1948. La Central Intelligence Agency (CIA) ha stabilito una posizione simile nel 1996. Sebbene fosse noto che a volte chiedono modifiche alla sceneggiatura in cambio di consulenza, il permesso di utilizzare posizioni e attrezzature come le portaerei, ognuna sembrava avere ruoli passivi e in gran parte apolitici.

I file che abbiamo ottenuto, principalmente attraverso il Freedom of Information Act degli Stati Uniti, mostrano che tra il 1911 e il 2017, oltre 800 film hanno ricevuto il sostegno del Dipartimento della Difesa (DoD) del governo degli Stati Uniti, una cifra significativamente più elevata rispetto alle stime precedenti. 

Questi includevano franchise di successo come Transformers, Iron Man e The Terminator. In televisione, abbiamo scoperto che oltre 1.100 titoli hanno ricevuto il sostegno del Pentagono - 900 dei quali dal 2005, da Flight93 ai Ice Road Trucker a Army Wives.

Quando includiamo episodi individuali per spettacoli di lunga durata come 24, Homeland e NCIS, nonché l'influenza di altre grandi organizzazioni come l'FBI e la Casa Bianca, possiamo stabilire inequivocabilmente per la prima volta che lo stato di sicurezza nazionale ha sostenuto migliaia di ore di divertimento.

Da parte sua, la CIA ha assistito in 60 film e programmi televisivi sin dalla sua formazione nel 1947. Questa è una cifra molto più bassa di quella del Dipartimento della Difesa, ma il suo ruolo è stato comunque significativo. La CIA ha fatto notevoli sforzi per dissuadere la popolazione della sua stessa esistenza negli anni '40 e '50. Ciò significava che era del tutto assente dalla cultura cinematografica e televisiva fino a quando una fugace immagine in Intrigo internazionale parzialmente oscurata di Alfred Hitchcock nel 1959, come ha rivelato lo storico Simon Willmetts nel 2016.

La CIA ha subito un'erosione del sostegno pubblico, mentre Hollywood ha lanciato l'agenzia come cattiva in immagini paranoiche come I tre giorni del Condor di Sydney Pollack e Perché un assassinio di Alan J. Pakula  negli anni '70 e negli anni '80.

Quando la CIA ha istituito un ufficio di collegamento per l'intrattenimento nel 1996, così ha recuperato il tempo perduto, per rappresentare in modo più favorevole l'agenzia, spesso mascherandola con la propaganda patriottica, nel film di Roger Donaldson con Al Pacino La Regola del Sospetto e nel film di assassinio di Osama bin Laden Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow. 

I memo privati trapelati pubblicati nel 2016 e altri memo pubblicati nel 2013 dai media mainstream, indicano che ciascuna di queste produzioni è stata fortemente influenzata dai funzionari del governo. Entrambe hanno intensificato o gonfiato le minacce del mondo reale e attenuato le malefatte del governo.

Una delle modifiche più sorprendenti, tuttavia, l'abbiamo trovato in un'intervista inedita riguardante la commedia Ti presento i miei. La CIA ha ammesso di aver chiesto al personaggio di Robert De Niro di non possedere una serie intimidatoria di manuali di tortura delle agenzie. 

Né dovremmo vedere i servizi segreti come semplicemente passivi, ingenui o inefficaci durante gli anni della controcultura o le sue conseguenze. Sono stati ancora in grado di far deragliare un'immagine di Marlon Brando sullo scandalo Iran-Contra (in cui gli Stati Uniti vendevano illegalmente armi all'Iran) istituendo una società di facciata gestita dal colonnello Oliver North per battere Brando per i diritti, come ha recentemente affermato il giornalista Nicholas Shou.

Il director's cut della CIA 
Lo stato di sicurezza nazionale ha un profondo, a volte meschino, impatto su ciò che Hollywood trasmette politicamente. Su Hulk, il Dipartimento della difesa degli Stati Uniti d'America ha richiesto modifiche "abbastanza radicali" alla sceneggiatura, secondo le sue note sulla sceneggiatura che abbiamo ottenuto attraverso la libertà di informazione. Queste includevano il fatto di dissociare i militari dai macabri laboratori che crearono "un mostro" e cambiarono il nome in codice dell'operazione per catturare Hulk da "Ranch Hand" a "Angry Man". Ranch Hand era stato il nome di un vero programma di guerra chimica durante la guerra del Vietnam.

Nel realizzare il film alieno Contact, il Pentagono "ha negoziato la conversione in civile di quasi tutte le parti militari", secondo il database che abbiamo acquisito. Ha rimosso una scena nella sceneggiatura originale in cui i militari temono che una civiltà aliena distruggerà la Terra con una "macchina del giorno del giudizio", una visione respinta dal personaggio di Jodie Foster come "paranoia appena uscita dalla Guerra Fredda".

Il ruolo dello stato di sicurezza nazionale nel plasmare l'intrattenimento sullo schermo è stato sottovalutato e il suo esame si è concentrato a lungo in mani straordinariamente poche.

Fonte: The Conversation.com

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Video Dominion