Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 1 Luglio 2014

The Police: la storia di una delle rock band più apprezzate da sempre in un film prodotto da Nicholas Cage e distribuito in questi giorni al cinema

The Police

La storia dei Police in un film: Can’t stand losing you è un modo per ripercorrere l’epopea di uno dei gruppi rock più apprezzati e celebrati di sempre. Al centro del docufilm la narrazione del co-fondatore e chitarrista Andy Summers, che ha pubblicato di recente il best seller One Train Later, la biografia autorizzata della band. A produrre la pellicola è Nicholas Cage, da sempre fan conclamato del trio inglese.

Era il 1977 quando i Police fecero la loro prima comparsa nella scena punk britannica. Furono enormemente innovativi, introducendo un mix fino ad allora inedito di sonorità punk e reggae, arricchito da una ritmica spezzata e imprevedibile, una voce acutissima e asciutta e un chitarrismo essenziale ed energico, totalmente altro dagli schemi ampollosi e stancamente virtuosistici del rock della fine degli anni Settanta. Da allora, il percorso del trio fu sempre in salita, fino allo scioglimento della metà degli anni Ottanta che segnò l’avvio della fortunata carriera solistica di Sting e quello meno noto al grande pubblico di Stewart Copeland e Andy Summers.

Il film racconta la storia di questa rock band unica attraverso un’ampia raccolta di immagini, molte inedite e quasi tutte abbastanza rare, rinvenute e ordinate dai registi e curatori del film Andy Grieve e Lauren Lazin. Gli appassionati troveranno sullo schermo stralci di alcuni dei primissimi concerti e interviste tv, fino a video dei più recenti tour mondiali, attraversando anche momenti che ritraggono Sting, Summers e Copeland dietro le quinte degli spettacoli, alle prese con aspetti organizzativi, idee musicali o semplicemente a scambiarsi opinioni e a commentare le situazioni più disparate.

Il punto di vista privilegiato è quello di Andy Summers, che dà ampio spazio alla propria personale storia musicale e umana. Dagli albori in cui si cimentava nei primi accordi con una chitarra a cui mancava una corda fino alla fondazione dei Police e alla consacrazione planetaria. Non manca neanche qualche flash sul lavoro di Summers come solista o chitarrista al servizio di musicisti del calibro di Jimi Hendrix, Animals, Deep Purple, Soft Machine, Velvet Undergorund e Santana.

La prospettiva di Summers è illuminante per mettere meglio a fuoco i rapporti spesso conflittuali con Sting e Copeland, lo stile di vita al limite dell’esaurimento nervoso dei tre membri del gruppo e gli innumerevoli alti e bassi del lavoro insieme, con l’epilogo che li ha portati a separarsi il 4 marzo 1984 dopo il concerto tenuto a Melbourne e le successive occasionali reunion che non hanno mai aggiunto nulla di significativo alla storia della band.

Il film, distribuito da Universal Pictures Italia, è nelle sale del circuito The Space Movies dal 30 giugno al 2 luglio 2014. L’evento è sostenuto anche da Radio DeeJay.

Trailer di "Can't stand losing you"

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box