Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 19 Aprile 2016

Che la Quinzaine des Réalisateurs sia da sempre un'ottima sezione parallela del Festival di Cannes è fuori da ogni dubbio, ma ci sono delle annate in cui pare addirittura superare se stessa, e questa è definitivamente una di quelle

il manifesto 2016 della Quinzaine

Che la Quinzaine des Réalisateurs sia da sempre un'ottima sezione parallela del Festival di Cannes è fuori da ogni dubbio, ma ci sono delle annate in cui pare addirittura superare se stessa, e questa è definitivamente una di quelle. La selezione, infatti, urla hype e furore da tutti i pori, coinvolgendo alcuni dei cineasti più celebrati del pianeta. 

Innanzitutto, sarà finalmente felice l'Italia, che ha ben 3 titoli in cartellone: Fiore di Claudio Giovannesi, La pazza gioia di Paolo Virzì e Fai bei sogni di Marco Bellocchio. Insomma, film che a Venezia sarebbero stati messi direttamente in competizione per il Leone d'oro! E di certo non finisce qui, dato che abbiamo in lista anche pellicole come Neruda di Pablo Larrain (che ci aspettavamo nel Concorso Ufficiale), L'economie de couple di Joachim Lafosse, Endless Poetry di Alejandro Jodorowsky, Psycho Raman di Anurag Kashyap, Dog Eat Dog di Paul Schrader e Risk di Laura Poitras.

[Leggi anche: Festival di Cannes 2016: svelato il super programma]

Sì, dei film che avrebbero reso orgoglioso qualsiasi festival, e pensare che qui siano confinati in una sezione “minore” ci fa ben capire l'importanza di una manifestazione come Cannes, la cui prossima edizione, ricordiamo, si svolgerà dall'11 al 22 maggio. 

Qui la lineup completa:

“Divines” (Houda Benyamina)

“Endless Poesy” (Alejandro Jodorowsky)

“Fiore” (Claudio Giovannesi)

“L’economie du couple” (Joachim Lafosse)

“L’Effet aquatique” (Solveig Anspach)

“La pazza gioia” (Paolo Virzì)

“Main Dreams” (Nathan Morlando)

“Mercenaire” (Sacha Wolff)

“My Life as a Courgette” (Claude Barras)

“Neruda” (Pablo Larrain)

“Pyscho Raman” (Anurag Kashyap)

“Risk” (Laura Poitras)

“Fai bei sogni” (Marco Bellocchio)

“Tour de France” (Rachid Djaidani)

“Two Lovers and a Bear” (Kim Nguyen)

“Les Vies de Therese” (Sebastien Lifshitz)

“Wolf and Sheep” (Shahrbanoo Sadat)

“Dog Eat Dog” (Paul Schrader)

Categorie generali: 

Facebook Comments Box