Abbonamento Annuale Completo al canale di informazione libera

Ritratto di Simona Carradori
Autore Simona Carradori :: 29 Agosto 2016

Sono iniziate il 25 luglio negli Stati Uniti le riprese del nuovo film di Virzì con Helen Mirren e Donald Sutherland, che analogamente a "La pazza gioia" racconterà la fuga on the road di due anziani malati di tumore e Alzheimer

Paolo Virzì

Il regista toscano Paolo Virzì - reduce del successo de La pazza gioia - sta lavorando negli Stati Uniti dal 25 luglio a The Leisure Seeker, il suo primo film in lingua inglese con un cast tutto internazionale (solo con My name is Tanino aveva diretto l'attrice Rachel McAdams) liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Michael Zadoorian, distribuito in Italia con il titolo In viaggio contromano.

Le riprese finiranno a settembre - per una durata totale di 9 settimane - e vedranno Helen Mirren (Gosford Park, L'ultima parola - La vera storia di Dalton Trumbo) e Donald Sutherland (The Eagle, Hunger Games) protagonisti di una nuova pellicola firmata dal regista in collaborazione con l'americano Stephen Amidon, Francesca Archibugi e Francesco Piccolo, con i quali aveva già lavorato rispettivamente alle sceneggiature de La pazza gioia e Il capitale umano.

[Leggi anche: Recensione di La Pazza Gioia | Trattamento sanitario "quasi" obbligatorio]

The Leisure Seeker potrebbe essere considerato una sorta di fratello minore dell'ultimo film cannense di Virzì, in quanto si configura come una nuova storia on the road che racconta le rocambolesche vicende di due coniugi anziani - lui malato di Alzheimer, lei di tumore - che fuggono insieme per sottrarsi alle cure dei medici e dei figli ormai adulti. Due figure complementari - lui forte ma stordito, lei debole ma lucida - che attraverseranno l'America da Boston a Key West a bordo del loro vecchio camper, tra momenti esilaranti ed altri di autentico terrore, ripercorrendo l'appassionata vicenda di un amore coniugale che sembra destinato a regalare rivelazioni sorprendenti fino all'ultimo istante.

Una sceneggiatura che molto ricorda lo script de La pazza gioia in salsa senile, descritto da Virzì come "una storia che parla universalmente di vita, di amore, del trascorrere del tempo, della malattia, della forza e della fragilità dei legami familiari”.

Il film è stato prodotto da Fabrizio Donvito, Marco Cohen e Benedetto Habib per Indiana Production con Rai Cinema e in associazione con 3 Marys Entertainment. Sarà distribuito in Italia da 01 Distribution.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Per condividere o scaricare questo video: TV Animalista