Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 21 Gennaio 2016

Abbiamo finalmente il programma completo del Festival di Berlino 2016 (11/21 febbraio), almeno per quanto riguarda le tre sezioni principali: Concorso, Fuori Concorso e Berlinale Special. E sulla carta, parrebbe veramente un'ottima edizione

Festival di Berlino

Abbiamo finalmente il programma completo del Festival di Berlino 2016 (11/21 febbraio), almeno per quanto riguarda le tre sezioni principali: Concorso, Fuori Concorso e Berlinale Special. E sulla carta, parrebbe veramente un'ottima edizione, che vede in campo alcuni degli autori più affermati del panorama internazionale.

Tra i contendenti all'Orso d'oro, ad esempio, troviamo non solo due pluripremiati documentaristi come Gianfranco Rosi (di ritorno in scena con Fuocoammare dopo il successo di Sacro Gra) o Alex Gibney (Zero Days), ma anche, tra gli altri, il mitico Lav Diaz (A Lullaby to the Sorrowful Mystery), la nuova opera di Thomas Vinterberg (The Commune), di Jeff Nichols (Midnight Special), del maestro André Téchiné (Being 17) e della sempre più lanciata Mia Hansen-Løve (L'avenir). Tutto questo, senza contare gli esordienti ancora tutti da scoprire, tra cui Michael Grandage, che in Genius ha diretto alcuni dei migliori interpreti di Hollywood, coinvolgendo una squadra formata da Colin Firth, Jude Law, Nicole Kidman e Laura Linney.

L'hype si allarga poi al Fuori Concorso, che vede in primis il nuovo scintillante lavoro dei Coen, Ave, Cesare!, con un cast stellare che comprende George Clooney, Josh Brolin, Scarlett Johansson, Channing Tatum, Ralph Fiennes e Tilda Swinton. E se Saint Amour, ultima opera del duo Benoît Delépine e Gustave Kervern, conquisterà sicuramente l'attenzione dei cinefili, tutti i riflettori sono puntanti anche su Chi-Raq, che negli States è stato già definito dalla critica come il migliore tra gli ultimi lavori di Spike Lee. 

[Leggi anche: Festival di Berlino 2016: Meryl Streep è la Presidentessa di Giuria]

Insomma, la line-up c'è e ruggisce anche in maniera intensa. Qui tutti i titoli che vedremo nella capitale tedesca tra poche settimane:

Concorso:

Boris sans Béatrice (Boris without Béatrice) di Denis Côté, con James Hyndman, Simone-Elise Girard, Denis Lavant

Genius di Michael Grandage, con Colin Firth, Jude Law, Nicole Kidman, Laura Linney, Guy Pearce, Dominic West 

Jeder stirbt für sich allein (Alone in Berlin) di Vincent Perez, con Brendan Gleeson, Emma Thompson, Daniel Brühl, Mikael Persbrandt 

Midnight Special di Jeff Nichols, con Michael Shannon, Joel Edgerton, Kirsten Dunst, Adam Driver, Jaedan Lieberher, Sam Shepard

Zero Days di Alex Gibney

Cartas da guerra (Letters from War) di Ivo M. Ferreira, con Miguel Nunes, Margarida Vila-Nova

Ejhdeha Vared Mishavad! (A Dragon Arrives!) di Mani Haghighi, con Amir Jadidi, Homayoun Ghanizadeh, Ehsan Goudarzi, Kiana Tajammol 

Fuocoammare (Fire at Sea) di Gianfranco Rosi 

Hele Sa Hiwagang Hapis (A Lullaby to the Sorrowful Mystery) di Lav Diaz, con John Lloyd Cruz, Piolo Pascual, Hazel Orencio, Alessandra De Rossi, Joel Saracho, Susan Africa, Sid Lucero, Ely Buendia, Bernardo Bernardo, Angel Aquino, Cherie Gil 

Kollektivet (The Commune) di Thomas Vinterberg, con Trine Dyrholm, Ulrich Thomsen, Helene Reingaard Neumann, Marta Sofie Wallstrøm Hansen, Lars Ranthe, Fares Fares, Magnus Millang, Anne Gry Henningsen, Julie Agnete Vang 

L’avenir (Things to Come) di Mia Hansen-Løve, con Isabelle Huppert, Roman Kolinka, Edith Scob, André Marcon 

Quand on a 17 ans (Being 17) di André Téchiné, con Sandrine Kiberlain, Kacey Mottet Klein, Corentin Fila, Alexis Loret 

Smrt u Sarajevu / Mort à Sarajevo (Death in Sarajevo) di Danis Tanović, con Jacques Weber, Snežana Vidović, Izudin Bajrović, Vedrana Seksan, Muhamed Hadžović, Faketa Salihbegović-Avdagić, Edin Avdagić

Zjednoczone Stany Miłosci (United States of Love) di Tomasz Wasilewski, con Julia Kijowska, Magdalena Cielecka, Dorota Kolak, Marta Nieradkiewicz, Łukasz Simlat, Andrzej Chyra, Tomek Tyndyk 

24 Wochen (24 Weeks) di Anne Zohra Berrached, con Julia Jentsch, Bjarne Mädel, Johanna Gastdorf, Emilia Pieske

Chang Jiang Tu (Crosscurrent) di Yang Chao, con Qin Hao, Xin Zhi Lei

Inhebbek Hedi (Hedi) di Mohamed Ben Attia, con Majd Mastoura, Rym Ben Messaoud, Sabah Bouzouita, Hakim Boumessoudi, Omnia Ben Ghali

Soy Nero di Rafi Pitts, con Johnny Ortiz, Rory Cochrane, Aml Ameen, Darell Britt-Gibson, Michael Harney 

Fuori concorso:

Chi-Raq di Spike Lee, con Nick Cannon, Wesley Snipes, Teyonah Parris, Jennifer Hudson, Angela Bassett, John Cusack, Samuel L. Jackson

Des nouvelles de la planète Mars (News from planet Mars) di Dominik Moll, con François Damiens, Vincent Macaigne, Veerle Baetens, Jeanne Guittet, Tom Rivoire 

Mahana (The Patriarch) di Lee Tamahori, con Temuera Morrison, Akuhata Keefe, Nancy Brunning, Jim Moriarty, Regan Taylor, Maria Walker 

Saint Amour di Benoît Delépine e Gustave Kervern, con Gérard Depardieu, Benoît Poelvoorde, Vincent Lacoste, Céline Sallette

Ave, Cesare! dei fratelli Coen, con Josh Brolin, George Clooney, Scarlett Johansson 

Berlinale Special:

The Music of Strangers: Yo-Yo Ma and the Silk Road Ensemble di Morgan Neville

The Seasons in Quincy: Four Portraits of John Berger di Colin MacCabe, Christopher Roth, Bartek Dziadosz, Tilda Swinton

Where To Invade Next di Michael Moore

A Quiet Passion di Terence Davies, con Cynthia Nixon, Jennifer Ehle, Keith Carradine, Jodhi May, Catherine Bailey, Emma Bell, Duncan Duff

Creepy Japan di Kiyoshi Kurosawa, con Hidetoshi Nishijima, Yuko Takeuchi, Teruyuki Kagawa, Haruna Kawaguchi, Masahiro Higashide

Den allvarsamma leken (A Serious Game) di Pernilla August, con Sverrir Gudnason, Karin Franz Körlof, Liv Mjönes, Michael Nyqvist, Mikkel Boe Følsgaard

Miles Ahead di Don Cheadle, con Ewan McGregor, Don Cheadle, Keith Stanfield, Michael Stuhlbarg, Austin Lyon 

National Bird di Sonia Kennebeck

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Video Dominion