Abbonamento Annuale Completo al canale di informazione libera

Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 24 Maggio 2017

Il grande cinema internazionale a Palermo comincia oggi 24 maggio con la settima edizione del Sicilia Queer Filmfest

Little Man del regista statunitense Ira Sachs

Cinema, musica, arti visive e performance: all’insegna dei molteplici linguaggi che lo caratterizzano, si inaugura oggi mercoledì 24 maggio, alle ore 18.00 ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo, il Sicilia Queer Filmfest 2017.

Giunto alla settima edizione, il Festival diretto da Andrea Inzerillo si distingue per la varietà di proposte, le anteprime, gli incontri e gli incroci tra linguaggi diversi. Con oltre sessanta opere in programma, tra corti e lungometraggi, ospiti internazionali, workshop, incontri, riscoperte di capolavori dimenticati e tante altre sorprese, questa edizione del Sicilia Queer si preannuncia più ricca che mai.

Primo appuntamento oggi alle 18.00 presso la Haus der Kunst dei Cantieri con l’apertura della mostra Extrablatt curata da Verein Düsseldorf, alla presenza dei numerosi artisti coinvolti nel progetto, tra gli altri: Daniele Franzella, Alessandro Bazan, Marcello Buffa, Andrea Buglisi, Michael Kortländer, Marta Colombo, Dimitri Agnello.

La mostra indaga il rapporto tra cinema e arti visive attraverso sedici opere di artisti selezionati sulla base di uno scambio culturale e artistico tra Düsseldorf e Palermo. Ogni artista ha tradotto in un’opera, realizzata con supporti e linguaggi diversi, uno dei cortometraggi in concorso al Sicilia Queer. La mostra resterà aperta fino al 18 giugno.

Alle 19.00 è in programma la performance Il suono del tramonto/ Il tramonto del suono per orchestra di soli contrabbassi a cura di Lelio Giannetto, in occasione dei vent’anni di Curva Minore. A seguire un aperitivo offerto dalle Tenute Orestiadi di Gibellina.

Alle 20.30, al Cinema De Seta, la cantante e musicista Serena Ganci e l’attrice Ersilia Lombardo condurranno la cerimonia di apertura del Festival, curata da Giovanni Lo Monaco e dal Teatro Bastardo, nel corso della quale sarà proiettato il trailer “politicamente scorretto” che il regista Franco Maresco ha realizzato in esclusiva per il Festival, ovvero: il gender secondo i fratelli La Vecchia.

A seguire, sarà proiettato il film d’apertura: Little Man del regista statunitense Ira Sachs, un delicato racconto di formazione affidato a due giovani interpreti, che restituiscono con spontaneità e leggerezza l’inquietudine della loro età. Sullo sfondo di una brulicante Brooklyn dei nostri giorni, emerge il contrasto tra il nevrotico e materialista mondo degli adulti e l’innocente idealismo dei ragazzini.

Il tredicenne Jake, da poco trasferito con i suoi genitori a Brooklyn, stringe una forte amicizia con Tony, coetaneo di origini cilene col quale condivide il sogno di diventare attore. La loro amicizia procede spensierata, piena di giochi e scoperte fino a quando un diverbio economico tra le famiglie condizionerà il loro rapporto.

Con l’inizio del Festival comincia anche l’attività della giuria internazionale, presieduta dal regista portoghese João Pedro Rodrigues e composta dall’attrice Silvia Calderoni, dai francesi Jean-Sébastien Chauvin (critico dei Cahiers du Cinéma) e Arnold Pasquier (regista) e dall’attrice tedesca Susanne Sachsse. La giuria avrà il compito di scegliere il miglior cortometraggio della sezione Queer Short e il miglior lungometraggio della sezione Nuove Visioni, aperta a opere prime e seconde e nuovi sguardi non necessariamente legati a tematiche GLBT.

Le proiezioni, i concerti, le mostre e gli incontri del Festival avranno luogo anche quest’anno al Cinema De Seta e in vari altri spazi dei Cantieri Culturali alla Zisa (tra cui la Sala Wenders del Goethe-Institut, l’Institut français e l’arena all’aperto a ingresso libero). Novità della settima edizione sono i matinée del concorso di lungometraggi al Cinema Rouge et Noir (alle 10 alle 12 e alle 14 di venerdì-sabato-domenica) di Piazza Verdi. 

In omaggio alla nomina di “Palermo Capitale dei Giovani 2017”, per tutto il festival i biglietti di ingresso per gli studenti costeranno solo 3 euro.

Il Sicilia Queer filmfest è realizzato grazie al contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale per il Cinema; della Regione Siciliana – Assessorato Turismo Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l'Audiovisivo/Sicilia FilmCommission, nell'ambito del progetto “Sensi Contemporanei”; del Comune di Palermo, Assessorato alla Cultura; di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori. E con il sostegno dell'Institut français Palermo, del Goethe-Institut Palermo, dell’Instituto Cervantes Palermo e del Forum Austriaco di Cultura.

Per il programma completo si rimanda al sito siciliaqueerfilmfest.it - email [email protected]

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Per condividere o scaricare questo video: TV Animalista