Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 2 Luglio 2014

Dopo Taiwan, Ungheria, Giappone e altre località, anche negli Stati Uniti ha aperto una sala cinematografica che usufruisce della tecnologia 4DX: poltrone che si muovono al ritmo della pellicola, getti d'acqua, odori sparati e quant'altro ancora

Cinema dalla tecnologia 4DX

La scorsa settimana ha aperto negli Stati Uniti una nuova sala cinematografica che usufruisce della tecnologia 4DX. Che cos'è il 4DX? Una trovata koreana che aggiunge più immersione e profondità rispetto una semplice pellicola in 3D. Insomma, una tecnologia che promette un coinvolgimento superiore agli spettatori, che si ritroveranno catapultati in mezzo all'azione e dentro lo schermo, con le poltrone che si muovono minacciose per catturare maggiormente le emozioni della pellicola. E ancora: odori sprayati in sala, getti d'acqua e aria dritti in faccia, effetti nebbia, e chi più ne ha ne metta. Insomma, vi ricordate i cinema dinamici di Gardaland? Ecco, il 4DX è una cosa simile ma amplificata al cubo. Questo plus aggiuntivo costa circa 2 milioni di dollari per ogni sala, e ad oggi il trend ha già attraversato le venue più disparate, da Taiwan alla Bulgaria, dall'Ungheria al Giappone, anche se non sono certamente mancate le controversie: secondo alcuni utenti che hanno usufruito delle modernissime sale, i vari effetti distrarrebbero dalla visione del film. 

Ora, l'ultima sala 4DX al Regal Cinemas di Los Angeles, che garantisce di coinvolgere tutti e 5 i sensi dello spettatore, che dovrà prepararsi a sedie possedute, a bagnarsi durante le scene in acqua e a sentire gli aromi più disparati a dipendenza del film proiettato. Prima pellicola scelta per la prova è Captain American: The Winter Soldier, ora sostituito dall'ultimo Transformers. Costosissimo il biglietto: 26,75 dollari, rispetto un costo medio americano di 8 dollari a spettacolo. 
Insomma, pare che si stia cercando di trasformare il cinema in un ludico parco giochi degno delle giostre targate Disneyland. Non è certamente una cosa nuova, basti pensare alle proiezioni in Odorama degli anni '60: anche in quel caso, i più svariati odori venivano sparati in sala durante la visione; il risultato fu un autentico flop. La disperazione delle sale è evidentemente così forte da voler tentare qualsiasi cosa pur di portare gli spettatori nei cinema. Ma quest'ultimi saranno soddisfatti di farsi sparare acqua in faccia durante Lo Squalo di Spielberg? Saranno felici di roteare sulle sedie fino al mal di testa guardando Gravity di Cuaron? Di sentire odori di fogne con Merde di Leos Carax? In attesa di vedere come andranno le cose, eccovi un video informativo sul 4DX. Se skippate direttamente al secondo minuto, potete vedere le svariate funzionalità che offre la nuova tecnologia:

Categorie generali: 

Facebook Comments Box