Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 14 Settembre 2016

L'inaugurazione della nuova stagione culturale dell'Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) avrà una serata speciale che si chiamerà "Anima delle montagne e memorie della città"

Ninì

L'Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) inaugura la nuova stagione culturale 2016/17 lunedì 19 settembre 2016 alle ore 20,45 presso la Sala 3 del Cinema Massimo di Torino (Via Verdi 18, ingresso 3,00 Euro), con l'anteprima torinese del film documentario Ninì di Gigi Giustiniani e Raffaele Rezzonico (Italia 2014, 65').

Il film, una produzione La Fournaise, è stato finanziato dalla Film Commission Valle d’Aosta e da più di 70 donatori dal basso, ha vinto la Genziana d’oro al 63° Trento Film Festival. Ninì utilizza in modo originale i materiali provenienti dall’archivio personale di Ninì Pietrasanta, una delle pochissime donne alpiniste degli anni '30, che tra il 1932 e il 1938 ha conquistato centinaia di cime insieme al marito, Gabriele Boccalatte (Medaglia d’oro al Valore Atletico). I materiali in 16mm e le foto di Ninì sono accompagnate da stralci del diario in cui l'alpinista esprimeva i suoi sentimenti durante e dopo le scalate, un punto di vista intimo e originale sulla montagna raccontato attraverso un documentario emozionante. Pellicole e materiali fotografici nati come ricordi personali familiari si trasformano così in una storia d'amore e avventura appassionante e commovente.

La proiezione sarà preceduta da Carcoforo m. 1304 ab. 117 di Oliviero Sandrini (Italia 1951, 11'), film donato dall'autore, che ha collaborato anche con Ermanno Olmi, all'Archivio Superottimisti. Il film racconta le storie di vita quotidiana del più piccolo comune d'Italia ai piedi del Monterosa.

Alla serata parteciperanno gli autori del film, il produttore Daniele Ietri per La Fournaise, Enrico Camanni, giornalista e scrittore che ha curato numerosi libri dedicati alla montagna e all'alpinismo tra cui Il fuoco e il gelo. La grande guerra sulle montagne (2014) e Di roccia e di ghiaccio – Storia dell'alpinismo in 12 gradi entrambi pubblicati per Laterza, Giulio Pedretti coordinatore dell'Archivio Superottimisti e Vittorio Sclaverani, Presidente dell'AMNC.
L'appuntamento del 19 settembre sarà l'occasione per promuovere e rilanciare Superottimisti - Memoria storica audiovisiva della Circoscrizione 1 un progetto di raccolta dei materiali ambientati all'interno del centro cittadino e del quartiere Crocetta, partita nel mese di giugno, che proseguirà fino a fine settembre. Il progetto è curato dall'AMNC con il sostegno della Circoscrizione 1 della Città di Torino in collaborazione con una serie di realtà punto di riferimento e di raccolta sul territorio: il Centro Polifunzionale e l'Ecomuseo della Circoscrizione 1 in via Dego 6, la Biblioteca Civica Centrale in via della Cittadella 5 e il Centro San Liborio - FabLab Pavone, in via Bellezia 19 che saranno punto di raccolta dei materiali.

Superottimisti è un progetto dell'Associazione Museo Nazionale del Cinema che ha lo scopo di preservare la memoria attraverso la raccolta di filmati amatoriali in formato ridotto (8 mm, super8, 9,5 mm e 16 mm), la loro successiva catalogazione, archiviazione e diffusione. Superottimisti è un progetto a base regionale nato nel 2007, che dopo aver realizzato raccolte e iniziative in tutte le province piemontesi, sbarca a Torino, con una raccolta di materiali e una serie di eventi di valorizzazione che mirano a rilanciare le attività dell'archivio e a coinvolgere il territorio. L'evento finale del progetto legato alla Circoscrizione 1 sarà organizzato nel mese di dicembre, principale obiettivo dell'appuntamento conclusivo sarà stimolare il rapporto tra generazioni diverse, coinvolgendo giovani musicisti del territorio torinese, che realizzeranno, dal vivo, la colonna sonora della proiezione conclusiva e tutti i cineamatori e donatori del materiale raccolto, a cui verrà consegnata una copia digitalizzata gratuita dei materiali, valorizzando il loro lavoro, che a tutti gli effetti propone un modo alternativo per raccontare la storia attraverso materiale inedito e di alto valore storico e sociale. Il materiale raccolto sarà poi reso disponibile per future ricerche o altri utilizzi, diventando così patrimonio del territorio e della collettività. Il progetto all'interno della Circoscrizione 1 è un primo esperimento pilota, che sarà replicato all'interno della Circoscrizione 2 a partire da ottobre, per salvaguardare i ricordi cittadini e salvare le pellicole dall'oblio e dal deperimento.
Per seguire il progetto il sito è http://movieontheroad.com/superottimisti/ e il profilo facebook dell'Associazione Museo Nazionale del Cinema. Info e contatti: Giulio Pedretti Giulia Carbonero [email protected] 0110765039 – 347 56 46 645

Il film
Nell'estate del 1932 Gabriele Boccalatte e Ninì Pietrasanta si incontrano sul Monte Bianco: scalano insieme, si innamorano. Da allora fino al 1936, l’anno in cui si sposano, vivono la loro grande stagione alpinistica e aprono, come compagni di cordata, alcune delle vie più difficili delle Alpi. Per tenere traccia delle loro imprese iniziano a scrivere diari e a fare fotografie. Ninì, una delle pochissime donne alpiniste di quegli anni, porta con sé in parete anche una cinepresa 16mm. Nel 1937 nasce il loro figlio Lorenzo e nel 1938 Gabriele muore, cadendo da una parete. Ninì abbandona l’alpinismo estremo per continuare la sua vita di madre. Qualche anno dopo la morte di Ninì, avvenuta nel 2000, il figlio Lorenzo ritrova in un baule le immagini girate dalla madre. www.filmnini.com “Quando ho visto per la prima volta i filmati di Ninì Pietrasanta ho pensato subito che un film si doveva fare, non sapevo ancora che film, ma si doveva fare. Non è stato poi difficile mantenere questa fascinazione anche approfondendo i materiali e vedendo la storia che ne sorgeva. La lavorazione è durata quasi due anni e credo sia stato fondamentale conservare la prima passione, così da poterla condividere con lo spettatore. La storia di Ninì e Gabriele, partendo dalla gioia di un incontro e di un amore, si sviluppa in bilico tra felicità e dolore. È una storia di un amore ambientata in montagna, dove la montagna non è solo lo sfondo ma un terzo protagonista fondamentale nel loro incontro e nel loro addio.” (Gigi Giustiniani)

Gli autori
Gigi Giustiniani nasce a Varallo nel 1981. Nel 2001 si trasferisce a Milano. Dal 2005 lavora come filmmaker e operatore. È autore dei film Montagna dei Vivi (2013), Vacanze Amare (2012), La Casa Del Drago (2005), e ha partecipato ai film e progetti collettivi Milano 55,1. Cronaca di una settimana di passioni (2011) e Progetto Relay (2011). Come direttore della fotografia i lavori più recenti sono Une Parole Libre di Stèphane Le Gall-Viliker (Francia 2014), Fish Head di Salvatore Castellana (Italia, 2013).

Raffaele Rezzonico. Drammaturgo, autore per il teatro e per il cinema documentario. Negli ultimi anni, ha curato la drammaturgia degli spettacoli L’insonne (regia C. Autelli, prod. Crt, Milano | Lab121), Milena (monologo per Elisa Bottiglieri), La morte di Ivan Il’ic (regia C. Autelli, prod. Crt, Milano | Lab121), Signor Perelà? (regia M. Furlani, prod. teatro Litta, Milano) ed è stato autore per il film Montagna dei Vivi (di Gigi Giustiniani) e per il film collettivo Milano 55,1. Cronaca di una settimana di passioni, (coord. Luca Mosso e Bruno Oliviero). Con l’Associazione Culturale Mirmica si occupa di interventi artistici nell’ambito dell’educazione, della formazione e della riabilitazione psicosociale.

La produzione
L’Associazione La Fournaise nasce nel 2012 dall'incontro tra professionisti del mondo della produzione audio-visuale e della ricerca territoriale. Ha sede a Jovençan (Valle d’Aosta) e San Giorgio di Nogaro (Friuli Venezia Giulia), luoghi nei quali opera portando sul territorio progetti e professionalità provenienti dal panorama nazionale ed internazionale, con lo scopo di avviare produzioni e animazioni culturali di alto profilo. L’associazione ha all’attivo la produzione di tre lungometraggi (di cui due completati), sostenuti tra l’altro da più fondi regionali per l’audiovisivo, oltre alla realizzazione di attività di divulgazione e progetti di ricerca territoriale. Per maggiori informazioni: www.lafournaise.it 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Per condividere o scaricare questo video: TV Animalista