ABBONATI AL CANALE DI INFORMAZIONE LIBERA DI MORRIS SAN

Ritratto di Andrea Chimento
Autore Andrea Chimento :: 21 Luglio 2014

Bennett Miller racconta, in Foxcatcher, la vera storia del multimilionario John du Pont, paranoico e schizofrenico, che nel 1996 uccise il campione di wrestling David Schultz.

una scena di Foxcatcher

Bennett Miller torna al cinema “sportivo” con Foxcatcher. Dopo aver raccontato la storica impresa della squadra di baseball degli Oakland Athletics in L’arte di vincere, il regista americano ha scelto la storia vera dei fratelli Mark e David Schultz, campioni di lotta libera, e del loro rapporto con l’eccentrico e inquietante milionario John du Pont. La vicenda si concentra inizialmente su Mark, il fratello minore, entrato per primo a far parte della squadra dei "foxcatcher", guidata dallo stesso du Pont. Senza che nessuno se lo aspettasse, il ricco proprietario nel 1996 uccise David con un colpo di pistola, in circostanze ancora oggi misteriose. Il film è l’adattamento dell’autobiografia omonima scritta da Mark.
Presentata in concorso all’ultimo Festival di Cannes, dove è stata molto applaudita, la pellicola è un'intensa indagine psicologica sulle relazioni umane, siano esse parentali o tra persone di diversa ascendenza sociale. I suoi più grandi pregi sono nella sceneggiatura, firmata da E. Max Frye e Dan Futterman, che non ha cali per tutta la durata (circa 130 minuti) e nelle straordinarie interpretazioni dell’intero cast: da un efficace Channing Tatum (Mark Schultz) a un irriconoscibile ed eccellente Steve Carell, nei panni di John du Pont.
Anche il regista Bennett Miller, al suo terzo lungometraggio (aveva esordito con Truman Capote – A sangue freddo nel 2005), non è mai stato così bravo e si è meritato il titolo di Miglior Regista ottenuto sulla Croisette.
Per questi motivi, Foxcatcher sarà uno dei lungometraggi (papabili) protagonisti della prossima stagione dei premi, a partire dagli Oscar dove si candida per diverse nomination, prima su tutte quella praticamente certa per Steve Carell come miglior attore non protagonista. L’attore (noto per i suoi ruoli in commedie demenziali come 40 anni vergine e A cena con un cretino) è soltanto il fiore all’occhiello di un gruppo di interpreti in stato di grazia: oltre a lui e a Tatum, sono presenti anche Mark Ruffalo (David Schultz), Anthony Michael Hall e Sienna Miller, nei panni della moglie di David, Nancy.
Il film uscirà nelle sale americane a novembre e dovrebbe arrivare anche in Italia in contemporanea mondiale.

 

Il trailer ufficiale del film

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Per condividere o scaricare questo video: TV Animalista