Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 9 Novembre 2016

Trainspotting potrebbe diventare una serie tv, è lo stesso autore dei famosi personaggi, Irvine Welsh, che considera l'ipotesi non tanto remota

Trainspotting 2

Con il successo di Trainspotting che dura ormai da molti anni tanto da averlo elevato a cult movie, arriviamo all'atteso sequel che all'inizio poteva suscitare qualche dubbio.

Ma poi sia le attese di tanti fan del progetto, sia la totale sicurezza del progetto produttivo di un sequel, ci hanno portato fino al recente trailer di Trainspotting 2 con il cast che conosciamo, vale a dire Ewan McGregor, Jonny Lee Miller, Robert Carlyle, Ewen Bremner. Che dire, non ce l'aspettavamo, ma il lavoro fatto da Danny Boyle & co. ha davvero sbalordito tutti.

Adesso l'autore dei romanzi da cui sono stati tratti i film, Irvine Welsh, discutendo col magazine NME, ha senza alcun problema sollevato l'ipotesi di progetto di serie tv.

"In linea di massima, avevo progettato per i personaggi una serie di sviluppi che potevano esser buoni per qualsiasi adattamento su altro medium. La tv via cavo ha questo tipo di sviluppo così interessante. Dalla pagina scritta i personaggi possono esser pensati  in differenti medium".

Per Welsh quindi appare piuttosto facile e scontata una trasposizione delle storie dei noti Begbie, Spud e Sick Boy, anche perché già esistono i romanzi. A parte i due già utilizzati c'è il prequel Skagboys e una sorta di spinoff del personaggio Begbie con The Blade Artist. Ma Welsh non esclude di avere piani per tutti i presonaggi.

Certo, produrre una serie con spostamenti nel tempo significa utilizzare un cast molto ampio e il livello di scrittura, oggi, delle serie tv, è altissimo, quindi è importante non andare incontro a flop di pubblico.

Nel frattempo godiamoci il prossimo Trainspotting 2, che nel Regno Unito uscirà già alla fine di gennaio, il 27. Mentre da febbraio sarà distribuito a livello internazionale. In Italia è atteso per il 2 marzo 2017.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box