Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 8 Marzo 2018

Domani al 17° gLOCAL FILM FESTIVAL prosegue l'omaggio a Flavio Bucci che accoglie inoltre il regista Aldo lado, autore del film in programma alle 22.30, L'ultimo treno della notte

L'ultimo treno della notte

Terzo giorno di proiezioni per il gLocal Film Festival, dedicato alla migliore produzione cinematografica regionale del 2017. Oggi per la sezione competitiva PANORAMICA DOC è in programma alle 19.00 Subs Heroes di Franco Dipietro. Girato in diverse località italiane ed estere (Torino, Milano, Bergamo, Bologna, Trieste, Modena, Mantova, Oxford e Düsseldorf), il documentario racconta la nascita della più grande community di fansubbing al mondo. Il termine funsubbing nasce dalla crasi tra “fun” e “sub” e indica la traduzione amatoriale non autorizzata dei dialoghi di film e serie tv. La community conta più di sessantamila download di sottotitoli in italiano per film e serie tv e per sostenere il ritmo di lavoro serrato a cui la community ha abituato i suoi iscritti, i fansubber sono costretti a un massacrante doppio lavoro: studenti e lavoratori di giorno, eroi del sottotitolo la notte. Interviene il regista Franco Dipietro.

PANORAMICA DOC, alle 20.00 presenta in ANTEPRIMA REGIONALE, il doc Sagre balere di Alessandro Stevanon, la storia di un cantante di musica da ballo diventato un’icona del genere, Omar Codazzi, e del suo tour lungo le balere del Nord Italia. Attraverso il racconto della storia di Codazzi, il documentario compie un viaggio attraverso il nord del Paese alla scoperta di un mondo sospeso nel tempo, quello delle balere e del liscio. La proiezione sarà introdotta dal regista Alessandro Stevanon.

Continua l'OMAGGIO A FLAVIO BUCCI con due appuntamenti imperdibili che vedranno entrambi l'attore ospite in sala. Alle 17.00 è in programma Maledetti vi amerò, film esordio di Marco Tullio Giordana che guarda al 1968 attraverso gli occhi del protagonista, Svitol, un sessantottino di ritorno in Italia dopo cinque anni di permanenza all’estero che si trova a dover ri-conoscere un Paese profondamente cambiato. Alle 22.30 verrà proiettato il capolavoro di Aldo Lado, L'ultimo treno della notte. Il film appartiene a quel filone nato in Italia che fece scuola, un revenge movie perfido e disturbante talmente realistico da obbligare la censura al divieto ai minori di 18 anni e in alcuni Paesi verrà addirittura bandito. Intervengono Flavio Bucci e Aldo Lado, che sarà presente inoltre alla Libreria Comunardi (via Bogino 2) per presentare il suo ultimo libro, I Film che non vedrete mai, alle 17.00.

L'apertura della terza giornata di festival è affidata alle 15.00 ai corti in concorso per SPAZIO PIEMONTE che concorrono per il Premio Torèt Miglior Cortometraggio (1.500 €): Humus di AA.VV., Music in Mind di Matt Gorelli, Il tratto di Alessandro Stevanon, Birthday di Alberto Viavattene e Black Hole di Andrea Maria Vittoria Belotti.

A seguire la proiezione di Rol di Hammudi Al-Rahmoun Font, in collaborazione con il festival gemellato Fish&Chips Film Festival. Interviene la direttrice del Fish&Chips, Chiara Pellegrini.

INGRESSO Singolo 6 €, ridotto 4 € (Soci Piemonte Movie, Aiace, O.D.S.), abbonamento 23 €
INFO & CONTATTI www.piemontemovie.com - info@piemontemovie.com – 328.8458281

IL PROGRAMMA DI VENERDÌ 9 MARZO – CINEMA MASSIMO
Ore 15.00
SPAZIO PIEMONTE
Humus (7’) di Simone Cirillo, Simone Di Rocco, Dario Livietti, Alice Tagliapietra
Produzione: Centro Sperimentale di Cinematografia Piemonte, Animazione (Torino)
Una notte un ragazzino, approfittando del sonno del Maestro Cervo, gioca con la sua pentola magica sperimentando ogni possibile formula e ingrediente e finendo per provocare un vero disastro.

Music in Mind (22’) di Matt Gorelli
Location: Uxbridge (Londra)
Nella periferia di Londra vengono esplorate le storie di quattro membri di un gruppo musicale composto da persone che soffrono di disagi mentali.

Il tratto (15’) di Alessandro Stevanon
Produzione: Redibis Film (Torino), distribuzione: Lights On (Torino)
Federico è un bambino silenzioso e riflessivo, invisibile per i suoi compagni e per i genitori. L’incontro con un vecchio artista senegalese lo aiuterà a scoprire il suo talento e a imparare a osservare gli altri. Una fiaba moderna sull’amicizia, sul sapere osservare e raccontare.

Birthday (15’) di Alberto Viavattene
Produzione: Indastria Film (Torino), distribuzione: Lights On (Torino)
Location: Torino, Collegno (Torino)
È una notte di luna piena. Un’infermiera cinica si aggira nei corridoi di una vecchia casa di riposo. Odia quel lavoro, i vecchi, la vecchiaia. Quando entra nella stanza 12, occupata da tre sorelle, scopre che una delle tre ha compiuto cent’anni. Da qualche parte ci deve essere un regalo di compleanno…

Black Hole (24’) di Andrea Maria Vittoria Belotti
Location: Torino
Black Hole è la storia del viaggio di Alice, attraverso un ricordo oscuro che paralizza il suo presente trascinandola in un vortice in negativo del senso di colpa, che la porta sempre più lontano da se stessa.

FOCUS FISH&CHIPS FILM FESTIVAL
Rol (13’) di Hammudi Al-Rahmoun Font
Produzione: Coming Soon Films
Location: Hospitalet, Spagna
Una prostituta al bordo della strada, una Venere in pelliccia dal corpo bellissimo e provocante. Quando si avvicina a un’automobile con un possibile cliente a bordo, lei le va incontro: ha così inizio il gioco della contrattazione e della seduzione. Perché di gioco si tratta ma, come tutti i giochi, il rischio che venga preso troppo sul serio è sempre dietro l’angolo. Con esiti drammatici. Interviene Chiara Pellegrini

Ore 17.00
OMAGGIO A FLAVIO BUCCI
Maledetti vi amerò di Marco Tullio Giordana (Italia, 1980, 84’)
Soggetto: Marco Tullio Giordana, Vincenzo Caretti, Marco Tullio Giordana
Interpreti: Flavio Bucci, Biagio Pelligra, Alfredo Pea
L’esordio per Marco Tullio Giordana non poteva essere più incisivo e rappresentativo della sua poetica. Un cinema vissuto come affresco sociale, anche grottesco ma più militante che mai. Il 1968 è (ri)visto attraverso gli occhi di Svitol, un sessantottino di ritorno in Italia dopo cinque anni di permanenza all’estero. Quello che più lo colpisce è la difficoltà di riconoscere le classi sociali, i buoni dai cattivi insomma, così come la sua epoca aveva abituato a fare, in un modo o nell’altro, molto più facilmente. Interviene Flavio Bucci

Ore 19.00
PANORAMICA DOC
Subs Heroes (Italia, 2017, 74’) di Franco Dipietro
Produzione: Duel: Film (Torino)
Location: Torino, Milano, Bergamo, Bologna, Trieste, Modena, Mantova, Oxford (Inghilterra), Düsseldorf (Germania)
Il doc sulla più grande community di sottotitolatori esistente, nata nel 2006 in Italia per idea di un sedicenne, stanco di aspettare 6 mesi/1 anno che arrivassero le sue serie preferite tradotte in italiano. Oggi la community Itasa, conta oltre 150.000 iscritti e più di 60.000 download di sottotitoli. Per sostenere il servizio a cui la community ha abituato i suoi iscritti, i fansubber sono costretti a un massacrante doppio lavoro: studenti e lavoratori di giorno, eroi del sottotitolo la notte. Interviene il regista

Ore 20.30
PANORAMICA DOC
Sagre balere (Italia, 2017, 75’) di Alessandro Stevanon | ANTEPRIMA REGIONALE |
Produttore: Daniele Ietri Pitton
Produzione, distribuzione: La Fournaise
La storia di un cantante di musica da ballo diventato un’icona del genere, Omar Codazzi, e del suo tour lungo le balere del Nord Italia sempre sold out. La sua carriera ha inizio nella mitica discoteca degli anni d’oro del liscio, Studio Zeta. Un road movie a passo di danza in un mondo sospeso nel tempo, quasi irreale per coloro che non ne fanno parte che ha partecipato a molti festival e vinto diversi premi.
Interviene il regista

Ore 22.30
OMAGGIO A FLAVIO BUCCI
L'ultimo treno della notte di Aldo Lado (Italia, 1975, 94’)
Soggetto: Roberto Infascelli, Ettore Sanzò
Interpreti: Flavio Bucci, Marina Berti, Macha Méril, Enrico Maria Salerno
Musica: Ennio Morricone
L’ultimo treno della notte appartiene a quel filone nato in Italia che fece scuola. Un revenge movie perfido e disturbante che il regista de La corta notte delle bambole di vetro aveva ambientato in un treno. Un paio di teppisti senza scrupoli sono protagonisti di una storia tanto malsana quanto coinvolgente. Furti, aggressioni e provocazioni sessuali creano il climax ideale. Intervengono Flavio Bucci e Aldo Lado

Categorie generali: 

Facebook Comments Box