Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 2 Marzo 2016

La vendetta è uno dei topoi narrativi per eccellenza. L'abbiamo visto nella letteratura, ma ancor di più fra le immagini in movimento sul grande schermo: ecco alcuni capolavori imprescindibili

Freaks

La vendetta è uno dei topoi narrativi per eccellenza. L'abbiamo visto nella letteratura, ma ancor di più fra le immagini in movimento sul grande schermo. Diversi i grandi esempi che potremmo fare, a iniziare ovviamente da uno dei massimi capolavori della storia del cinema, Freaks di Tod Browning, film shock del 1932 su una banda di reietti pronti a farla pagare alla povera malcapitata che ha avuto la pensata di approfittarsi di uno di loro. Ogni scena è bomba (“Lo vogliamo è uno di noi!”, citata anche in The Dreamers di Bertolucci e nella serie tv cult American Horror Story), e il finale è di quelli che rimangono immersi nella retina in maniera indelebile, così potente e incisivo. 

Cambiando continente, ecco invece Lady Snowblood di Toshiya Fujita, adattamento dell'altettanto noto manga di Kazuo Koike. Brutale e stiloso fino al midollo, Quentin Tarantino l'avrebbe messo in cima alle sue influenze per il duplice Kill Bill. E d'altronde, la cosa è abbastanza palese, e basti confrontare l'O-Ren Ishii di Lucy Liu e Meiko Kaji. La scena del combattimento sotto la neve, così carica di ansioso pathos e incanto, vale da sola il tempo della visione. 

Un altro imprescindibile classico è poi sicuramente Gli spietati del grande Clint Eastwood, western crepuscolare su un anti-eroe ingaggiato da alcune prostitute per vendicare una loro compagna sfregiata. Il protagonista, ormai anziano (ha difficoltà persino a salire sul cavallo!), si butta nell'avventura, e saran dolori amari per tutti. L'opera ha la compattezza della perfezione, e ad arrivare, giustamente, è stata una valanga di premi, compreso l'Oscar come Miglior Film e Regia.

[Leggi anche: I migliori film di Clint Eastwood secondo Clint Eastwood]

Infine, uno dei sottogeneri più diffusi quando si parla di vendetta è sicuramente il rape & revenge, filone che da solo basterebbe a riempire altre pagine di articoli. Diverse le pietre miliari che hanno raccontato di povere donzelle stuprate e tornate in cerca di sangue, ma se dobbiamo limitarci ad una sola opera, allora non perdetevi Non violentate Jennifer di Meir Zarchi, che ad oggi rimane ancora un inimitabile capostipite nonostante i numerosi sequel, remake, reboot e figli illeggittimi. 

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box