Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 10 Maggio 2018

il 14 maggio 2018 il primo ciak a Palermo di Una signorina con sesamo, film breve di Giuseppe Moschella con la direzione della fotografia di Daniele Ciprì

Giuseppe Moschella ed Emanuela Mulè in una pausa sul set

Il progetto audiovisivo (15') Una signorina con sesamo è scritto e sarà diretto da Giuseppe Moschella, la produzione è di CAMMELLI con il sostegno di NuovoImaie di Roma, la direzione della fotografia sarà curata da Daniele Ciprì, tra gli attori principali, Mario Pupella, ed Emanuela Mulè, la colonna sonora sarà composta da Lino Costa. Altri interpreti: Tommaso Caporrimo, Marco Feo, Nando Chifari ed Aurora Padalino.  

Le locations includeranno Palermo, sopratutto la realtà periferica, che ancor più vive di conflitti e colori contrastanti e dove sono nati centri di accoglienza (come il TAU di via Cipressi, alla Zisa) che mirano a coltivare il talento artistico dei giovani, alcuni dei quali verranno coinvolti nel progetto.

Competenze professionali tecniche ed artistiche tutte siciliane per un film breve che vuole mettere l'accento, attraverso un racconto, una regia ed una fotografia suggestivi, su problemi sociali quali quello delle famiglie disagiate, l'inclusione sociale, l'emigrazione, la disoccupazione, la realtà delle periferie, la necessità del rispetto dei diritti civili e delle pari opportunità.

La produzione del film avrà anche una valenza sociale e coinvolgerà i “ragazzi del Centro Tau” che negli ultimi anni hanno partecipato al Progetto “Centro Tau – Officina di Promozione Socio Culturale alla Zisa di Palermo” sostenuto dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito dell’azione “Giovani per il Sociale”. Durante la produzione i ragazzi del Centro Tau faranno un workshop sulla produzione di un’opera cinematografica e collaboreranno con la produzione sia nella fase di ambientazione che di realizzazione. Il progetto artistico cinematografico, infatti, prevede come location il quartiere Zisa e il rione Danisinni e gli interni del Centro Tau. Un backstage racconterà l’esperienza del coinvolgimento dei ragazzi e presenterà l’esperienza del Centro Tau per la crescita dei giovani e lo sviluppo del territorio.

Sinossi
Un anziano padre siciliano decide, dopo anni, di riunire la sua famiglia: una figlia grande che, stanca di stare dietro al padre alcolizzato, è fuggita dopo la morte della madre; un figlio più piccolo con il sogno di diventare attore in giro per il mondo e la sua fidanzata Shamia, una ragazza di Bagdad fuggita dal suo paese perchè condannata a morte dal  proprio padre e muta perché vittima di un trauma...

Storie parallele destinate ad intrecciarsi a Palermo il giorno della "riunione di famiglia".

Qualcosa, intanto, è cambiata:  il padre non beve più, ma proprio a causa dell'alcool ha perso il lavoro e la sua vecchia auto è diventata la sua dimora.

Decide allora di farla finita, dopo avere rivisto e abbracciato la sua famiglia, lanciando l'auto in una folle corsa verso il vicino mare del porticciolo di una zona turistica nei pressi di Palermo quando...

Giuseppe Moschella
Roma - Corso di regia cinematografica e televisiva  diretto da Nanni Loy. TaorminaArte 09- Stage diretto da L. Wertmuller,  Pino Insegno e patrizia De Santis. Ha realizzato con successo diversi cortometraggi come attore e come regista . Ha lavorato come attore e come regista con il teatro stabile di Palermo, teatro Politeama, teatro Massimo, Teatro Zelig (Milano), Teatro del sale di Firenze, Teatro dei Satiri di Roma e in altri teatri italiani.

È stato diretto da registi come Roberto Faenza, Beppe Cino, Sandro Sequi, Filippo Crivelli, Davide Marengo e Stefano Lodovichi, Gianfranco Albano, lavorando in film e fiction. Tra i premi un CERTIFICATO DI MERITO DALLA GIURIA DEL CHICAGO INTERNATIONAL FILM FEST 2007  per il film breve  “L’Avvoltoio” con Emanuela Mulè protagonista femminile premiata al Cortofiction di Chianciano Terme’08 e per lo stesso cortometraggio il regista ha ricevuto il premio regia al XII Premio Rocco Chinnici, 2012; nel 1995 premio Campidoglio Roma per la regia del supporto audiovisivo per “Un Bacio è sempre un bacio” dello stesso  Moschella; premio al Campidoglio dal premio oscar Gabriella Pescucci  per “L’Avvoltoio” (prima versione1994), premiato in Versilia il suo “Il Banno’ di seta bianca”  1993, anno che vede premiato a Napoli  anche il film breve “Il  pepe verde”; premio sempre a Napoli dal regista Carlo Lizzani per  “Korkah”, che ha ricevuto premi anche a  Pesaro, Udine, Roma, Versilia. Riconoscimento alla carriera, 31° edizione dell’EFEBO D’ORO, Premio internazionale di Cinema e Narrativa. Premio Pergamene Pirandello 2012. Il suo ultimo film breve “U vattiu” è finalista al Los Angeles Cine Fest, Second Asia International Youth Shortfilm Festival, Festival Cinemator (Carros) e MedFF 2017.

Il precedente “La moglie sola”  ha raggiunto su Youtube più di 3.000.0000 visualizzazioni è stato in concorso al David di Donatello, Sciacca Film Fest 2015, Cerano Film 2016, iPhone Film Festival-Usa e African Smartphone International Film Festival.

Emanuela Mulè, attrice  di cinema e teatro, ha iniziato approcciandosi al teatro, calcando importanti teatri italiani,  confrontandosi con diversi generi. Ha partecipato a numerosi master teatrali e cinematografici tenuti da personalità di levatura internazionale (come B. Hiller, Y. Kordonskij, A. Dennis, M. Rosati Hansen, L. Wertmuller, Pino Insegno). Per la tv, oltre agli spot della Unicredit con Ornella Muti, e quello della Gran Soleil–Ferrero,(Italia-Francia, ha interpretato il ruolo di Cristina ne La Baronessa di Carini, per la regia di U. Marino, Rai Fiction. Inoltre è stata protagonista femminile di uno spot contro il bullismo, direttore della fotografia Vladan Radovich.  Sempre per la tv ha girato come protagonista di puntata nella fiction Ho sposato uno sbirro 2 e con un ruolo in Squadra Antimafia 3. Per il cinema invece, oltre Alla luce del sole, ha recitato al fianco di Asia Argento e Harvey Keitel in Le volcan diretto da Manuel Pradal. Tra gli ultimi ruoli interpretati, quello della dott.ssa Parsi, Pubblico Ministero nel film La siciliana ribelle di Marco Amenta ed un ruolo da coprotagonista nel film indipendente Fuori dal coro di Sergio Misuraca.

È stata ospite a Sottovoce, Cinematografo e Applausi, trasmissioni condotte da Gigi Marzullo su Rai Uno. Tra gli ultimi e prestigiosi premi l’attrice ha ricevuto uno speciale  riconoscimento nell’ambito del 31° EFEBO D’ORO, Premio Internazionale di Cinema e Narrativa, il  premio” Benvenuta in Toscana” al Cortofiction di Chianciano Terme per l’interpretazione nel film breve L’avvoltoio di Giuseppe Moschella (il film breve ha ricevuto anche un Certificato di Merito al Chicago International Film Festival 2007), il Premio Pergamene Pirandello 2012e il Premio Solunto Filangeri 2016.

Ultimamente è stata protagonista del film breve "La moglie sola" di Giuseppe Moschella in concorso al David di Donatello, allo Sciacca Film Festival 2015, Cerano Film  2016, iPhonefilm Festival (su Youtube ha superato 2.000.000 di visualizzazioni, African Smartphone Film Festival e coprotagonista dei ultimi lavori di Giuseppe Moschella, coprodotti con NuovoImaie di Roma: U vattìu Il sorcio; il primo è finalista al Los Angesles Cinefest, al Second Asia International Youth Shortfilm Festival e al Festival Cinematore e MedFF. 

Daniele Ciprì
Regista di programmi storici ("Cinico TV") e di tanti film per il cinema, da "Lo Zio di Brooklyn" (1995) a "La buca" (2014), pluripremiato direttore della fotografia per registi come Marco Bellocchio. Regista per il cinema, per la TV e per il teatro, direttore della fotografia, sceneggiatore, montatore e persino compositore, Daniele Ciprì è uno degli autori di serie A del nostro cinema. Meglio di chiunque altro, mantiene in vita ed è riuscito a mettere in scena il genere grottesco. Dopo il grande successo di “Cinico TV” (1992), una serie di clip in bianco e nero con interviste (o scenette) a personaggi alienati siciliani interpretati da attori non professionisti, approda ai cortometraggi collaborando con registi come Martin Scorsese, Samuel Fuller e Amos Gitai, e finalmente dirige con Maresco il suo primo lungometraggio: "Lo zio di Brooklyn" (1995). Nel 1998, dirige il suo secondo lungometraggio: "Totò che visse due volte". Descrivendo la stessa Palermo che si era già vista in "Cinico Tv”. Nel 2003, Ciprì e Maresco tornano al cinema con "Il ritorno di Cagliostro", presentato in concorso al 60° Festival di Venezia nella sezione Controcorrente. Nel 2012, decide di staccarsi da Maresco e di affrontare la sua prima regia senza la collaborazione del collega, "È stato il figlio", che vince il contributo tecnico per la fotografia alla 69ª Mostra del Cinema di Venezia. Come direttore della fotografia, collabora principalmente con Roberta Torre in "Tano da morire" (1997), "Sud Side Stori" (2000), "Angela" (2002) e "Mare Nero" (2005). Ma è con il film di Marco Bellocchio "Vincere" (2009) che ottiene un Nastro d'Argento e un David di Donatello. Nel 2013 vince il Nastro d'argento al regista del miglior film. Nel 2014 realizza "La buca" con Rocco Papaleo, Sergio Castellitto e Valeria Bruni Tedeschi. 

Mario Pupella debutta giovanissimo a teatro recitando in Enrico IV di Luigi Pirandello. Dopo numerosi ruoli in teatro, e` protagonista al cinema, nel 2002, del film Angela di Roberta Torre; nel 2009 e` l'antagonista del giudice Borsellino ne La Siciliana Ribelle di Marco Amenta; ha poi interpretato il ruolo di Don Mimi`, nel film La matassa con Ficarra e Picone. Per la tv ha partecipato alla 2a e 3a serie deL'onore e il rispetto di Samperi con Gabriel Garko nel ruolo di "Don Patrono"; alla 3a e 4a serie di Squadra Antimafia di Beniamino Catena e nel film dei fratelli Frazzi Giovanni Falcone. È coprotagonista assoluto del nuovo film di Carlo Fusco Sins Expiation con Danny Glover, Michael Madsen, John Savage e Steven Bauer. Nel 2013 è nel cast del film di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia Salvo con Saleh Bakri e Luigi Lo Cascio. Tre anni dopo parteciperà al secondo film di Pif In guerra per amore e a Quel bravo ragazzo di Enrico Lando.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box