Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 23 Luglio 2019

Il tema del gioco del poker, al cinema ha sempre funzionato molto bene, sia durante l’epoca classica di Hollywood, sia in tempi più recenti, come si può facilmente capire, dando una scorsa al ricco catalogo di pellicole dedicate al gioco da casinò

Lucky You

Il tema del gioco del poker, al cinema ha sempre funzionato molto bene, sia durante l’epoca classica di Hollywood, sia in tempi più recenti, come si può facilmente capire, dando una scorsa al ricco catalogo di pellicole dedicate al gioco da casinò più diffuso e conosciuto al mondo. In questa miscela ideale per godersi una pellicola poco impegnata, non è facile individuare quali siano i film migliori inerenti al tema del poker nel cinema. In questo articolo abbiamo fatto una breve selezione, passando in rassegna opere più recenti e film di culto di epoche passate.

Casinò Royale e il ritorno di 007 al cinema
Dovendo partire con un titolo ci sembra doveroso farlo con il reboot di 007 Casinò Royale del 2006. La pellicola in questione ha contribuito in effetti sia a rilanciare le sorti del noto agente segreto creato dalla penna di Ian Fleming, sia a plasmare la carriera dell’attore britannico Daniel Craig. Non sono in molti a ricordare come nella prima trasposizione cinematografica, il personaggio interpretato da Sean Connery, faceva la sua comparsa sugli schermi, proprio durante una partita di poker. Proprio come nel film del 2006, diretto da Martin Campbell, che già aveva diretto con meno fortuna GoldenEye, il tema del gioco e di una sensazionale e spettacolare partita di poker, è al centro di una delle scene meglio riuscite, degli ultimi 007 visti al cinema. La scena della partita di poker è stata girata nella Repubblica Ceca, a Karlovy Vary, anche se nella finzione questa location appare come il Montenegro. Rende interessante il discorso relativo al poker, il fatto che James Bond debba battere il suo nemico, Le Chiffre, proprio in un torneo di poker milionario, svolto nel fantomatico Casinò Royale. Pur trattandosi di una pellicola non ambientata nell’universo del gioco, le sequenze di gioco appaiono ben orchestrate e molto credibili.

Lucky You: la pellicola cult di Curtis Hanson
Da Casinò Royale, passiamo al cinema più marcatamente di genere del piccolo cult rappresentato da Lucky You. In Italia è conosciuto con il titolo Le regole del gioco, pellicola che vede protagonista un cast all-stars, con Eric Bana, Drew Barrymore, Robert Duvall, più uno stuolo di piccoli camei da parte di attori del livello di Robert Downey Jr., Charles Martin Smith, Michael Shannon e DebraMessing. Il film è stato diretto dal premio Oscar, Curtis Hanson, con piglio deciso e una grande capacità di mostrare senza moralismo e intento didascalico il valore carte poker così come lo stile di vita dei giocatori professionisti e del circuito parallelo delle scommesse di Las Vegas. Pur non trattandosi di un film di grande successo, nonostante il cast, la colonna sonora e l’ambientazione, è un film che è rimasto e che nel tempo si è saputo costruire una certa credibilità, risultando in testa a sondaggi e classifiche dedicate al cinema legato al tema del gioco del poker.

Rounders – Il giocatore con Matt Damon e Edward Norton
Un film che non è possibile non citare, parlando del tema del poker è sicuramente Rounders, diretto da John Dahl nel 1998, che nel corso del tempo è diventato un vero cult movie, sia per la storia raccontata, ma ancora una volta grazie a un cast molto collaudato e credibile nei ruoli. Il film è noto in Italia con il titolo di Il giocatore e vede tra gli interpreti principali, Matt Damon ed Edward Norton, all’epoca lanciatissimi a livello di carriera hollywoodiana, affiancati dai più veterani John Turturro e John Malkovich, quest’ultimo nei panni del noto Teddy KGB, un ruolo che è entrato di diritto negli annali dei cattivi del cinema moderno. La trama ruota tutta attorno a una bisca clandestina che organizza partite di 7 card stud, uno dei giochi più noti tra gli appassionati di poker, per il suo alto coefficiente di spettacolarità. Si tratta di un film davvero ben riuscito, di cui presto dovrebbe essere girato addirittura un sequel; anche in questo caso parliamo di una pellicola la cui fama e popolarità è cresciuta in modo esponenziale nel tempo, specialmente per come sono state girare e concepite le scene di gioco, ritenute tra le migliori mai viste al cinema durante gli ultimi 30 anni. Il merito va diviso tra il regista dell’opera e un cast davvero molto affiatato e collaudato che funziona alla perfezione già dalle prime scene.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box