Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 3 Aprile 2014

La Swedish Film Institute ha annunciato i prossimi progetti che sosterrà con finanziamenti economici. Tra questi, Flocking di Beata Gardeler e Heaven on Earth di Kay Pollak

Tra le opere finanziate dalla Swedish Film Institute, ci sarà anche il nuovo progetto di Beata Gardeler, Flocking, l'ansiosa storia di un'adolescente quindicenne che accusa di stupro un suo compagno di classe. La ragazza, assieme ai propri genitori, dovrà affrontare i giudizi della comunità, e questo sarà solo l'inizio di un difficile viaggio in una spirale di malessere e decadenza. 

Nato nel 1963 per sostenere e promuovere le produzioni svedesi, la Swedish Film Institute si conferma ancora una volta un supporto fondamentale per i progetti locali. Diversi i lungometraggi che riceveranno il finanziamento dell'istituto. Oltre a Flocking, sono in lista le nuove opere di Lisa Siwe, Colin Nutley, Magnus Von Horn e tanti altri. Autori per la maggior parte ancora sconosciuti in Italia, ma che proprio grazie all'aiuto dell'Institute potrebbero fare il salto nel circuito festivaliero giungendo anche qui da noi. 

Particolarmente curioso ci sembra il sequel Heaven on Earth del veterano Kay Pollak, che nel 2005 ottenne la candidatura agli Oscar come Miglior Film Straniero per As it is in heaven, la storia di un famoso conduttore che, stanco della propria vita, ritorna nel suo paesello d'origine scombussolando la vita degli abitanti. 
Nella sua lunga carriera che parte dagli anni '70, Pollak ha partecipato 2 volte al Festival di Berlino, oltre ai tantissimi riconoscimenti in Festival di mezzo mondo. Autore poco prolifico (solo 4 lungometraggi in 40 anni di carriera), Heaven on Earth potrebbe essere il film destinato a lanciarlo finalmente nel firmamento mondiale.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box