Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 9 Febbraio 2016

Dirigere un cast è estremamente complesso sia a livello professionale che umano, ecco qualche consiglio per lavorare in armonia

Consigli per dirigere gli attori

È quasi diventato un luogo comune: gli attori sono una categoria umana con cui è spesso difficile entrare in empatia sul set. Si fa ovviamente dell’ironia a riguardo perché è chiaro che gli ambienti lavorativi non sono mai dei contesti semplici e gli attriti sono molto più frequenti di quanto si pensi. Spesso un regista non sa come rivolgersi agli attori, quindi per non sbagliare ecco alcuni suggerimenti che arrivano dai diretti interessati:

Niente paragoni
A nessuno piace essere paragonato a qualcun altro, quindi evita di dire ad un attore “recita come… ” oppure “sii come… ”, per loro spesso è un insulto, non una strada per raggiungere l'ispirazione.

Atmosfera positiva
Lavorare ad un film è stressante, ma il regista (insieme ai suoi assistenti) ha il dovere di assicurarsi che l’ambiente sia confortevole e il più possibile tranquillo per tutti. Ciò non significa essere sempre sorridente, ma essere professionale sì.

La comunicazione è la chiave di tutto
Quando devono essere pronti per la scena successiva? A che ora arriverà il pranzo? Cosa devono cambiare nella loro performance? Cerca di essere sempre diretto, chiarisci ogni loro dubbio in modo che gli attori possano organizzarsi mentalmente e fisicamente.

Ascolta
Se un attore ha qualche domanda o dubbio riguardo al suo personaggio ascoltalo, fai capire che la sua opinione è importante per te anche se magari dovrà aspettare il momento giusto per discuterne.

Lascia autonomia
Non suggerire subito come pronunciare determinate battute, alcuni non ci fanno caso, ma altri pensano sia un segnale di poca stima nei confronti del loro lavoro. Lascia – nei limiti del possibile – che si esprimano, che ti mostrino cos’hanno capito del loro personaggio.

[Leggi anche: 5 scene di film che sono state improvvisate dagli attori]

Decisione
Non c’è niente di peggio di essere guidati da una persona indecisa, che borbotta fra sé e sé e che non sa quello che vuole. Kevin Smith ha detto che il lavoro del bravo regista sta nel sapere come e cosa rispondere alle domande che gli vengono poste.

Incoraggiamento
Comportati da bravo essere umano e non dimenticare che lo sono anche loro. Puoi dirigere un cast, un supermercato o una classe, l’importante è saper incoraggiare chi lavora al tuo fianco; li farai sentire importanti, motivati e più disponibili alle critiche.

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box