Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 11 Marzo 2015

Da "Pierrot le fou" di Godard a "La ballata di Stroszek" di Herzog, ecco le 5 pellicole preferite di Sasha Grey, ex diva del porno ora artista a 360°, perennemente occupata tra dj set, romanzi, serie tv e cinema mainstream

Sasha Grey

Da quando ha lasciato il mondo del porno qualche anno fa, Sasha Grey è riuscita a costruirsi una solida carriera artistica a 360°: oltre ad aver scritto due romanzi e aver fatto un tour mondiale come dj, ha anche avuto modo di lavorare con Steven Soderbergh (come protagonista di The Girlfriend Experience, film del 2009), la serie tv Entourage, e l'ex Frodo Elijah Wood, che affianca nell'ultima opera di Nacho Vigalondo, Open Windows.

Avvia la prova gratuita su MUBI

La Grey non ha mai nascosto di essere una cinefila incallita, tanto da citare spesso Godard nelle proprie interviste, creandosi dunque una reputazione da autentica sexy bad girl intellettuale. Approfondiamo dunque il Grey-Pensiero e vediamo quali sono i suoi film preferiti della storia del cinema, rivelati in un'intervista a Rotten Tomatoes qualche annetto fa...

In lista troviamo 1997: Fuga da New York, una delle pellicole più celebrate del grande John Carpenter. “Credo che Kurt Russell sia stata una delle mie prime cotte – spiega Sasha – È un idolatrato super-eroe super-cattivo, uno di quei ragazzi che non ti dovrebbero piacere, ma che finisci per amare". Ecco poi l'immancabile Godard, citato con uno dei suoi massimi capolavori, Pierrot Le Fou. Dice la Grey in proposito: “Per me questo è un eccellente film romantico. Non so se tutti possano vederlo in questo modo, ma per me è molto romantico e affronta l'evasione dalla realtà. Voglio dire, chi non ha mai voluto fuggire dalla realtà? E poi c'è questa scena dove l'attrice protagonista sta sdraiata in spiaggia, guarda verso il personaggio di Jean-Paul, e dice semplicemente “scopami”.

Tra gli autori più amati da Sasha Grey, figura anche John Cassavetes, di cui apprezza particolarmente Una moglie, pellicola del 1974 e girata in piena New Hollywood. “Il film cattura la cruda, vera emozione di una coppia. Come quelle coppie impazzite che tutti conoscono, che potrebbero essere i tuoi vicini di casa”. In classifica pure Werner Herzog con La ballata di Stroszek, definita dall'attrice “la storia di un sofferente musicista che si cura delle persone che ha attorno senza giudicarle”.

[Leggi anche: Sasha Grey alla conquista di Hollywood: speranze e progetti futuri]

Infine, a chiudere la lista dei film preferiti di Sasha è un titolo più recente targato 2001, ovvero A mia sorella! di Catherine Breillat. Spiega la Grey: “La storia è così interessante. Avere a che fare con questi personaggi in maniera così cruda. C'è questa giovane ragazza che vuole perdere la propria verginità ed è veramente contorta e complicata. Alla fine non provi realmente dispiacere per questi personaggi, e il tutto sembra ancora più potente in quanto a dirigere è una donna”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box