Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 28 Febbraio 2016

Il film di Kristina Grozeva e Petar Valchanov premiato al Festival di San Sebastian racconta la storia di una professoressa costretta a mettere in dubbio il suo concetto di etica

The Lesson

Dal 17 marzo al cinema arriverà The Lesson – Scuola di vita, un film che la rivista Variety ha definito “avvincente ed essenziale con lo stile e la forza dei fratelli Dardenne”. Effettivamente l’opera prima di Kristina Grozeva e Petar Valchanov ricorda il realismo e l’impegno dei registi belgi, sempre attenti a non sacrificare lo stile cinematografico a scapito del messaggio.

Il film del 2014 arriva nel nostro paese grazie a I Wonder Pictures Unipol Biografilm Collection, dopo un percorso che l’ha portato nei maggiori festival internazionali.

Vincitore del premio alla migliore opera prima al Festival di San Sebastian e molto apprezzato alla Mostra del Cinema di Venezia e al Festival di Toronto, The Lesson – Scuola di vita è stato tra i tre finalisti del prestigioso Premio LUX del Parlamento Europeo.

Protagonista della vicenda è Nadia, un’insegnante di inglese magistralmente interpretata da Margita Gosheva. È una di quelle professoresse che prima di voler insegnare la lingua e la letteratura di un popolo ha a cuore il futuro dei suoi studenti in modo sincero e lungimirante. Per questo nel momento in cui nella sua classe viene compiuto un furto la donna non accetta che il fatto rimanga impunito. Un avviso di sfratto però le farà cambiare prospettiva, la porrà di fronte a delle scelte e a delle azioni che non avrebbe mai potuto pensare di riuscire a sostenere.

[Leggi anche: Il Festival di San Sebastian al via con "Regression" di Alejandro Amenábar]

"Alcuni anni fa venne riportato in televisione che, in una cittadina bulgara, una donna aveva rapinato una banca. Tutti sospettavano che fosse stata una tossicomane, una criminale... Nessuno poteva immaginare che la rapinatrice della banca fosse in realtà una rispettabile insegnante con due lauree" racconta il regista. Un film che mostra come l’etica abbia dei confini fluidi, come solo trovarsi in determinate situazioni permetta di acquisire un nuovo sguardo sulla realtà.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box