Ritratto di Silvia Ricciardi
Autore Silvia Ricciardi :: 12 Luglio 2015

Questa vuole essere la storia di uno dei critici cinematografici americani più famosi, Pauline Kael, che ha pubblicato ben 13 libri inerenti al suo lavoro. Scritto, diretto e prodotto da Rob Garver, il direttore della fotografia sarà Vincent Ellis

Pauline Kael

What She Said: The Art of Pauline Kael è un lungometraggio in fase di realizzazione che esamina la personalità di uno dei critici cinematografici più arguti del ventesimo secolo: Pauline Kael.

Il tentativo di portare sul grande schermo la storia di Pauline Kael vuole rendere omaggio ad una donna, una vera e propria sorgente creativa capace di brillare di luce propria con la sua distintiva visione del cinema odierno. Non solo, il film si pone anche come obiettivo quello di mostrare la storia del cinema del ventesimo secolo attraverso i suoi occhi, le sue parole, carpendo il significato di alcune misteriose pellicole contemporanee.

Questa vuole essere la storia di uno dei critici cinematografici americani più famosi, Pauline Kael, che ha pubblicato ben 13 libri inerenti al suo lavoro.

Il team dietro al lungometraggio si compone di diverse personalità. Sarà regista, produttore e anche sceneggiatore Rob Garver, che ha precedentemente scritto, diretto e prodotto numerosi cortometraggi che sono stati proiettati in cinema locali a New York e trasmessi sulla tv via cavo.

Il direttore della fotografia è invece Vincent Ellis, che vanta venticinque anni di esperienza sia nel cinema che nell’ambito televisivo. Figura come DP della crime serie Forensic Files, con oltre 300 episodi in cui è stato accreditato. Non solo, ha lavorato anche per diverse agenzie pubblicitarie.

Dunque si vuole condurre sul grande schermo il lavoro incentrato sulla figura di Pauline Kael. Si tratta, come già accennato, di un film su un critico cinematografico, ma è anche un film sulla storia del cinema. L’obiettivo del lungometraggio è anche quello di far conoscere al grande pubblico il lavoro del critico e le doti che resero la Kael una delle menti più popolari degli Stati Uniti.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box