Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 6 Ottobre 2017

Presentata oggi alla conferenza stampa di Alice nella Città la sesta edizione del Premio Taodue "Camera d'Oro” per la migliore opera prima o seconda

Camilla Nesbitt, amministratore delegato di Taodue

Presentata oggi alla conferenza stampa di Alice nella Città la sesta edizione del Premio Taodue "Camera d'Oro” per la migliore opera prima o seconda.
Il Premio Taodue verrà assegnato al migliore regista emergente, che sarà selezionato tra le 14 opere in concorso.

La giuria, presieduta da Trudie Styler, è composta da: Barbora Bobulova, Zoe Cassavetes, Marco Danieli, Andrea Delogu,
Nicola Guaglianone e Camilla Nesbitt.
 
“Taodue, con il premio “Camera d’Oro”, giunto quest’anno alla sua sesta edizione, rinnova la propria volontà di sostenere i talenti emergenti e, attraverso una giuria composta anche da membri internazionali, desidera offrire un ampio sguardo sul panorama cinematografico e un supporto concreto al cinema del futuro”.  
Camilla Nesbitt, amministratore delegato di Taodue
 
Il Premio nasce dal desiderio di sottolineare l’importanza del cinema come linguaggio principe per la formazione e la crescita culturale, e per questo viene conferito all’interno di Alice nella Città (26 ottobre-5 novembre), sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle giovani generazioni e alle famiglie.
L’obiettivo è quello di riconoscere e incentivare i nuovi talenti che, da una diversa prospettiva, meglio interpretano i cambiamenti in atto nella società contemporanea.

Tra i premiati nelle edizioni precedenti: Selma Vilhunen per il film Little Wing  (2016); Crystal Moselle per “The Wolfpack” (2015); Andrea Di Stefano per “Escobar: Paradise Lost” (2014) e ancora Scott Cooper (regista di “Black Mass – L’Ultimo Gangster”) per il film “Out of the Furnace” (2013).

Categorie generali: 

Facebook Comments Box