Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 24 Agosto 2014

Anche Tom Cruise, come già Doug Liman, è tra i premiati del Japan Cool Content Contribution Award (J3C), che verrà consegnato il 13 Settembre all'Eiga Fest di Los Angeles. All'attore il merito di aver portato un po' di cultura nipponica negli U.S.A

Tom Cruise

Dopo l’annuncio del premio al regista Doug Liman per Edge of Tomorrow – Senza domani, è fresca la notizia che anche Tom Cruise, che della pellicola è protagonista insieme alla brava Emily Blunt, sarà insignito del secondo Japan Cool Content Contribution Award (J3C Award) nel corso della quarta edizione del L.a. Eiga Fest (12-14 settembre). Film-maker e interprete riceveranno il riconoscimento il 13 settembre a Los Angeles, nella residenza ufficiale del console generale del Giappone: il J3C Award è stato istituito proprio dal governo nipponico per celebrare gli artisti e le personalità di spicco di Hollywood che con il loro lavoro hanno contribuito a diffondere su scala mondiale la cultura del paese del Sol Levante. E d’altra parte, la kermesse stessa prevede uno showcase di proiezioni speciali e di anteprime con un minimo comun denominatore: il loro essere film giapponesi o influenzati dall’elemento giapponese. Nel corso dei tre giorni del festival, tutti verranno ponderatamente presentati a un’audience in prevalenza statunitense.

Nel caso di Edge of Tomorrow – Senza domani, sci-fi di enorme (e meritato) successo, la rappresentanza nipponica non salta immediatamente all’occhio, ma sta alla radice della pellicola: il film è tratto infatti dalla light novel giapponese di Hiroshi Sakurazaka All You Need is Kill, anche se ai cinefili più attenti di primo acchito non può che ricordare opere come Ricomincio da capo e Source Code. Se pure manchino tratti smaccatamente giapponesi nella trama e nella messinscena, così come nel cast non figura nemmeno un volto nipponico, che Edge of Tomorrow – Senza domani riceva qualche premio non ci fa che piacere: trattasi di un prodotto immediato ed efficace, realizzato con mestiere e con un Cruise dannatamente in parte.
E dopotutto, quello dell’eroe d’azione è un ruolo che a Tom calza a pennello e lui lo sa bene: non è un caso che i prossimi tre film che ha in programma abbiano tale genere in comune: se il quinto capitolo di Mission: Impossible è già in preproduzione, è stato annunciato il sequel di Jack Reacher (Jack Reacher: Never Go Back) e perfino quello del mitico Top Gun. Ricordiamo poi, per rimanere in tema nipponico, che nel 2003 l'attore è stato protagonista di L'ultimo samurai, pellicola di Edward Zwick ambientata nel Giappone dell'800. Con lui, uno dei volti più rinomati del sol levante, Ken Watanabe.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box