Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 23 Agosto 2014

Nel corso della 71ma Mostra del Cinema di Venezia si terrà a partire dal 3 settembre il laboratorio di alta formazione Biennale College-Cinema aperto a giovani filmmakers per le produzioni a budget ridotto

Biennale College Cinema 2014

Nel corso della 71ma Mostra del Cinema di Venezia si terrà a partire dal 3 settembre, alle ore 15.00 in Sala Conferenze Stampa al terzo piano del Palazzo del Casinò, il laboratorio di alta formazione Biennale College-Cinema aperto a giovani filmmakers per le produzioni a budget ridotto. Il titolo del laboratorio – panel internazionale è “Biennale College – Previsioni e prospettive”.

L’incontro sarà moderato da Peter Cowie (storico del cinema ed ex caporedattore internazionale di “Variety”), il quale ha dichiarato: “L’anno scorso in questo periodo avevamo felicemente constatato che i primi tre film commissionati da Biennale College Cinema erano estremamente interessanti. Ogni film ha avuto i suoi ammiratori, è stato presentato in occasione di festival cinematografici e ha ricevuto critiche eccellenti. La struttura di Biennale College-Cinema è molto stimolante, perché si tratta essenzialmente di un workshop incentrato su due temi principali: la realizzazione di film low-budget in un periodo di recessione globale e il bisogno di trovare giovani autori per ridare forza al cinema”.

Parteciperanno all’incontro:
Joseph Bull (Gran Bretagna) e Luke Seomore (Gran Bretagna), registi di Blood Cells, Samm Hailay (Gran Bretagna) e Ben Young (Gran Bretagna), produttori di Blood Cells, Rania Attieh (Libano) e Daniel Garcia (Usa), registi di H., Shruti Ria Ganguly (India) e Pierce Varous (Usa), produttori di H., Duccio Chiarini (Italia), regista di Short Skin, Babak Jalali (Iran/Gran Bretagna), produttore di Short Skin, con Richard Corliss (Usa, autore e capo redattore per il cinema di “Time”, New York), Ann Hornaday (Usa, capo redattore per il cinema di “The Washington Post”, Washington D.C.), Mick LaSalle (Usa, capo redattore per il cinema degli “Hearst Newspapers”, San Francisco), Savina Neirotti (Italia, direttore del TorinoFilmLab e Head of Program di Biennale College-Cinema), Stephanie Zacharek (Usa, la principale critica cinematografica di “The Village Voice”, New York).

I tre film selezionati per quest’anno sono: Blood Cells, regia di Joseph Bull e Luke Seomore. prodotto da Samm Hailay e Ben Young, racconta la storia di un giovane esiliato che subisce la distruzione della sua famiglia e intraprende un’odissea nell’Inghilterra contemporanea;

H., diretto da Rania Attieh e Daniel Garcia, prodotto da Shruti Ria Ganguly e Pierce Varous, è la storia di due donne, entrambe di nome Helen, le cui vite e relazioni iniziano a disfarsi subito dopo l’esplosione di un meteorite sulla loro città, Troy, New York;

Short Skin, diretto da Duccio Chiarini e prodotto da Babak Jalali. La citazione di presentazione del film è abbastanza curiosa: “Bisogna crescere da duri senza perdere la propria tenerezza”.

Biennale College – Cinema, è realizzata dalla Biennale di Venezia in sponsorship con Gucci, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale Cinema -, e della Regione del Veneto. Biennale College – Cinema si avvale della collaborazione accademica con IFP di New York, del Dubai International Film Festival, e del TorinoFilmLab e del Busan International Film Festival. Direttore è Alberto Barbera, Head of Programme Savina Neirotti.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box