Ritratto di Rosa Maiuccaro
Autore Rosa Maiuccaro :: 22 Luglio 2014

Ospite al Giffoni Film Festival, Claudia Gerini ha svelato un’agenda ricca di impegni tra cui il programma radio Le Spettinate e la commedia Ultimo burraco a Dubai. A gennaio uscirà invece L’esigenza di unirmi ogni volta con te con Marco Bocci

Una raggiante Claudia Gerini è stata protagonista della quarta giornata del Giffoni Film Festival dove ha rivelato i suoi progetti. L’attrice romana è reduce dai successi delle commedie di Paolo Genovese, Una Famiglia Perfetta e Tutta colpa di Freud, che le sono valsi diverse nomination ai Nastri e ai David di Donatello. Numerosi gli impegni cinematografici per lei che sarà presto protagonista de L’amore, il sole e l’altre stelle di Marco Bonini e I Barbari di Carmine Amoroso. A gennaio è inoltre prevista l’uscita de L’Esigenza di Unirmi Ogni Volta con Te, diretto da Tonino Zangardi (Sandrine nella pioggia, Prendimi e portami via) al fianco di Marco Bocci, anche lui neanche a farlo a posta tra gli ospiti di giornata. “Un thriller d’amore – ha spiegato l’attrice – in cui ho il ruolo di una cassiera di supermercato che abbandona il marito per un poliziotto e con lui scappa fino a Parigi dopo aver rischiato di venire ammazzata per gelosia”. Come si è trovata con il collega Bocci? “Con Marco c’è stata un’alchimia straordinaria, lavorerei ancora con lui perché è un po’ pazzo come me. Anche di questi tempi si tende a non riconfermare le stesse coppie per non essere ripetitivi, mi piacerebbe molto ritrovarlo presto sul set. Ma non finisce qui: “Dopo l’estate – ha rivelato l’attrice - animerò, con Lucia Ocone e Michela Andreozzi, un programma su RadioRai dal nome Le Spettinate, poi girerò con Giuliana Gamba Ultimo burraco a Dubai, una commedia tutta al femminile e con me dovrebbero esserci Paola Minaccioni e Carla Signoris”.

L’attrice romana è dunque una delle più richieste del panorama cinematografico italiano ed è per questo che il festival ha deciso di conferirle il premio Giffoni Experience Award. “Consiglierei anche ai miei figli di partecipare a questo Festival – ha detto sorridendo– i bambini hanno una freschezza e spontaneità maggiore rispetto a qualsiasi critico, sono meno diplomatici ma riescono ad esprimere giudizi netti e ponderati”. La Gerini non rientra nella schiera di coloro che si lamentano del prezzo del successo e non sa negarsi al suo pubblico. “Non mi sono abituata alla fama – ha raccontato– ho mantenuto vivo lo spirito degli esordi, amo le nuove conquiste e ho voglia di vivere pezzetti di tante vite”. “Che cosa ne pensa del tema della 44esima edizione e che cos’è per te la diversità”, le ha chiesto una giovane giurata. “Si ha paura del diverso perché si teme l’esclusione – ha replicato l’attrice – in realtà bisognerebbe puntare proprio sulle particolarità, fare dei difetti il proprio segno di riconoscimento. Dopotutto essere diversi è sinonimo di essere ricchi”. Sul finire dell’incontro ha ringraziato i ragazzi come al solito calorosi e accoglienti. “Grazie di questa giornata. Non vi dimenticherò mai. Questo premio mi porterà tanta fortuna.” L’attrice dimostra perfino di aver voglia di trattenersi e rimbrotta il conduttore Manlio Castagna che deve rispettare la scaletta. “Ma che c’hai da fare? Devi andare a cena?”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box