Ritratto di Rosa Maiuccaro
Autore Rosa Maiuccaro :: 29 Luglio 2014

Paolo Ruffini e Frank Matano si sono confrontati con la giuria +13 del Giffoni Film Festival, introducendo il loro nuovo film "Tutto molto bello nelle sale" dal 9 ottobre e commentando il grande successo di un mezzo come YouTube

Paolo Ruffini al Giffoni Film Festival

La penultima giornata del Giffoni Film Festival ha avuto due protagonisti assoluti: Paolo Ruffini e Frank Matano. Dopo le polemiche che hanno seguito la sua conduzione della cerimonia di premiazione dei David di Donatello, il comico livornese ha parlato del suo rapporto con i critici. “In tempi di crisi il problema principale è l’infelicità, che causa sofferenza e a sua volta cattiveria. È più facile che le persone godano dell’insuccesso altrui che non del successo proprio. Proprio oggi sono su tutte le furie perché su facebook hanno fatto un fotomontaggio di me che maltratto un cane. Ma come vi viene in mente? Io amo gli animali, ho anche fatto una campagna contro l’abbandono. La mia risposta a queste provocazioni? Il mio film Tutto molto bello, che uscirà il 9 ottobre, l’ho chiamato così di proposito”. Anche Frank Matano, 24 anni, diventato famoso tra i ragazzi per il suo seguitissimo canale su YouTube, scherza sulle critiche ricevute per il suo gioco. “Ho aperto un canale di gameplay su YouTube e si sono scatenati gli esperti in materia sottolineando che possono farlo solo i veri gameplayer, ma io sono molto bravo!”.

L’esordio di Paolo Ruffini alla regia, Fuga di cervelli, è stato un vero successo come testimoniano i quasi 5 milioni di euro incassati al botteghino. Eppure non tutti hanno gradito. “Il nostro lavoro, così come quello dei calciatori, non è così determinante. Quindi se il mio film non vi piace me ne farò una ragione. Per fortuna questo lavoro è molto democratico, siete voi a decidere, voi a votarci. Devo dire che è una cosa che mi spaventa un po’ però alla fine il trucco di chi fa questo lavoro è divertirsi in tutto ciò che fa. Nel mio tempo libero penso ai film e faccio l’amore, non mi preoccupo di cosa pensano gli altri”. Fuga di cervelli è stato fonte di soddisfazione anche per Matano che ammette: “Subito dopo il primo weekend di uscita ho ricevuto decine di proposte di lavoro. Quel film mi ha spalancato le porte. Vi annuncio che il 2 settembre comincerò le riprese di un film con Claudio Bisio”.

La 44esima edizione del Giffoni Film Festival ha evidenziato più di ogni altra l’importante di un mezzo come YouTube. Ospiti come Frank Matano, i The Jackal e lo stesso Dylan O’Brien che prima di fare il lupo in Teen Wolf si dilettava a girare video su YouTube, sono stati osannati dal pubblico di giovanissimi che li segue fin dalle loro prime riprese. “Io ho iniziato nel 2007 quando in Italia internet era ancora all’era dei dinosauri”, ha raccontato Matano. “Vengo da un piccolo paesino della provincia di Caserta che si chiama Carinola, che conta pochissimi abitanti. Mi vergognavo da morire perché sapevo che loro erano gli unici a conoscere i miei video e mi prendevano quasi tutti in giro. Sono contento che invece oggi YouTube sia uno strumento così usato. Io ero così timido che non sarei mai andato a fare un casting per un film. Ecco YouTube offre l’opportunità anche ai più timidi di emergere”.    

Il passaggio da attore a regista non è stato poi così difficile per Ruffini. “Le qualità principali di un regista dovrebbero essere la sensibilità, la pazienza e la cultura. Non voglio fare sermoni, però ragazzi vi esorto ad essere curiosi perché la curiosità è sintomo di cultura. Come regista mi sono comportato esattamente come avrei voluto che i registi si relazionassero con me. Infatti sul mio set ho messo tutti a loro agio e si è creata un’atmosfera fantastica”. Matano e Ruffini hanno infine dispensato consigli cinematografici ai ragazzi. “Recuperate i primi film di Ben Stiller che sono dei gioielli”, ha raccomandato il primo. “C’è un film bellissimo che sta girando nelle sale in questi giorni, si chiama Le Cose Belle ed è un documentario meraviglioso, non perdetelo”, ha concluso Ruffini.  

Categorie generali: 

Facebook Comments Box