Abbonamento Annuale Completo al canale di informazione libera

Ritratto di Andrea Caramanna
Autore Andrea Caramanna :: 8 Ottobre 2021

Le riaperture delle sale cinematografiche di cui si parla nel decreto redatto dal governo su indicazione del famigerato CTS (Comitato Tecnico Scientifico) sono una presa in giro: ci possono essere più accessi, ma solo con green pass e mascherine

Buon cinema a tutti, buon ritorno nelle sale cinematografiche... uniche in grado di offrire uno spettacolo superiore a qualsiasi visione su TV, tablet, cellulari, pc e quant'altro...

No, è la solita presa per il culo della dittatura sanitaria che ci "governa" da un paio di anni e che continua ad elaborare norme per regolare quella che fino a un paio di anni fa era la vita "normale" di semplici cittadini. Ma oggi, tutto è cambiato, perché con la giustificazione di un pericolosissimo virus (per chi crede alla favoletta dei virus cattivi) che ha mantenuto il suo indice di letalità uguale o inferiore alla influenza stagionale... tutto si può fare quando si inventano pericolosi strumenti per indurre tutti alla vaccinazione coatta...

E dopo che la maggioranza della popolazione ha calato la testa pensando che tutto finisse, invece gli aguzzini avevano escogitato il sistema perfetto per chiedere a tutta la popolazione un lasciapassare perfino per lavorare... 

Per entrare al cinema si dovrà esibire un lasciapassare, la famigerata green card, e per tutta la proiezione dovrà essere indossata la mascherina...

Scusate, ma a queste condizioni diciamo basta alla sala cinematografica. Per noi può chiudere da subito, in quanto non ci sono le condizioni minime per accettare tali imposizioni, per giunta basate sul nulla.

Di seguito il link all'articolo del Corriere della sera... che naturalmente parla solo in positivo di riaperture, contenente il pdf del decreto per chi ha la pazienza di leggerlo!
https://www.corriere.it/politica/21_ottobre_07/riaperture-via-libera-cdm...

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Per condividere o scaricare questo video: TV Animalista