Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 15 Novembre 2014

Da un maleducato Gene Hackman che ha terrorizzato il set di "I Tenenbaum" a uno Steven Seagal che si diverte a picchiare i propri colleghi: Chi sono gli attori con cui sarebbe meglio non lavorare assieme?

Lindsay Lohan

L'ultimo episodio risale alla trasferta italiana di Sharon Stone per Un ragazzo d'oro di Pupi Avati. Racconta il produttore: "Il rapporto che abbiamo instaurato con Sharon Stone si potrebbe definire classico perché si è verificato più o meno tutto ciò che avviene con le star in declino come lei. (...) I suoi capricci sono stati tutti abbastanza gestibili fino all’ultimo giorno, quando è scomparsa dal set perché lamentava la presenza di un operatore televisivo e alcuni fotografi che volevano immortalare il suo bacio con Scamarcio. Non la trovavamo più e poi ci ha chiamato il suo agente da Los Angeles per chiedere di allontanare gli operatori altrimenti lei non sarebbe tornata sul set”.

Eppure, la Stone non è certamente l'unica star ad avere la fama di essere una con cui è particolarmente difficile lavorare. Pensiamo ad esempio a Gene Hackman: durante la conferenza per il decimo anniversario di I Tenenbaum, i membri del cast hanno ricordato come l'attore usasse definire lo sceneggiatore Noam Baumbach “un cazzone”, per poi rivolgersi al regista Wes Anderson con arroganza. Tutti avevano paura di lui, anche Gwyneth Paltrow. Dice Angelica Huston che da quel film, nessuno dello staff abbia più voluto avere a che fare con Hackman.

Immancabile avere in lista anche Bruce Willis, che nel 2010 ha lavorato con Kevin Smith in Poliziotti fuori – Due sbirri a piedi libero. Secondo il regista, avere a che fare con Willis è qualcosa che spezza l'anima; così, durante la festa post-anteprima, non ha perso l'occasione per dichiarare la sua immena stima: “Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno lavorato nel film. Tutti tranne Bruce Willis, che è un cazzo di stronzo”. Non a caso, qualche tempo dopo, il divo sarà poi cacciato via dal set di The Expendables, beccandosi pure gli insulti di Stallone, che l'ha definito “avido e pigro”.

Un altro autentico stronzo è poi Steven Seagal, che nel corso della sua carriera si è creato la reputazione di demente che si diverte a trattare i propri colleghi e stuntmen come fossero spazzatura. Rivela John Leguizamo, che ha avuto la sfortuna di lavorare con Seagal in Decisione critica: “Eravamo alle prove, e lui ha detto 'Sono in comando. Tutto ciò che dico è legge, non siete d'accordo?'. Io ho iniziato a ridere perché sembrava un ritardato, allora è venuto da me e mi ha colpito con una mossa di taekwondo piantandomi il gomito addosso. Io volevo dirgli: 'Ma perché?! Stiamo solo provando!' “.

[Leggi anche: Incidenti sul set e registi pazzi: alcuni retroscena di film famosi]

Altri nomi? Lindsay Lohan ha praticamente tenuto in ostaggio il set di Anger Management durante la sua partecipazione alla serie, mentre Christian Bale avrebbe riempito di insulti il direttore della fotografia di Terminator: Salvation per avergli interrotto una scena. Ancora: una Julia Roberts in perenne litigio con Steven Spielberg sul set di Hook – Uncino, una Jennifer Lopez che si rifiuta di parlare con chiunque durante le riprese di Che cosa aspettarsi quando si aspetta, Wesley Snipes che ha passato il suo tempo a farsi gran cannoni durante Blade, Jonathan Rhys Meyers che ha stra-rallentato la lavorazione di Dracula per i suoi problemi di alcool e droga. Insomma, se state pensando d'ingaggiare dei divi hollywoodiani, state attenti alle vostre scelte!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box