Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 18 Luglio 2014

Uma Thurman dà la possibilità ad un fan di essere al suo fianco per una proiezione privata di Pulp Fiction assieme ad altri 55 invitati vip. Come? Vincendo un'asta di beneficenza. Siete pronti a ballare il twist con Mia Wallace e Quentin Tarantino?

Uma Thurman in Pulp Fiction

Una proiezione privata di Pulp Fiction con Uma Thurman, seguita da chiacchiere e cocktail. 55 gli invitati, tra altri interpreti della celebre pellicola e strettissimi amici dell'attrice, probabilmente anch'essi del mondo dorato di Hollywood. Ebbene, voi potreste essere il 56° invitato, dato che la Thurman ha deciso di aprire le porte a un fan. Come accedere a questa eccitante proiezione speciale? Vincendo un'asta. 

Uma Thurman, che nella pellicola interpreta il ruolo di Mia Wallace, ha dichiarato che l'idea è nata dopo la sua partecipazione allo scorso Festival di Cannes. Nel corso della kermesse infatti, Pulp Fiction è stato proiettato per festeggiare il 20° anniversario dalla sua uscita; allora, perchè limitarsi ad una sola festa? Bisogna continuare le celebrazioni della pellicola! “Rivedere Pulp Fiction dopo più di un decennio proiettato sulla spiaggia di Cannes - dichiara la musa di Tarantino - mi ha meravigliata e ricordata quanto sia immortale il film”. Il ricavato dall'asta verrà poi donato all'associazione Room to Grow, impegnata nell'aiutare i bambini nati in situazioni di povertà. È dal '98 che la Thurman è coinvolta nell'organizzazione umanitaria: “Sono così felice di condividere nuovamente la pellicola, in maniera personale, e vedere il film fare del bene a neonati bisognosi”. 

L'asta è attualmente in corso sul sito di Charity Buzz, e durerà fino al 23 Luglio. Al momento, l'offerta è arrivata a 8.500 dollari, ma le previsioni sostengono che possa tranquillamente raggiungere almeno 40.000. 

Dopo averla vista nel primo volume del Nymphomaniac Von Trieriano, la bella attrice statunitense vestirà i panni dell'attivista Anita Bryant, dagli anni '50, in cui viene eletta Miss Oklahoma, fino ai '70, in cui combatte duramente contro gli omosessuali, i quali riteneva dei deviati e dei pericoli per la società. A dirigere la pellicola, la coppia Rob Epstein / Jeffrey Friedman, esperti di biopic nonché autori di Lovelace (2013), sulla Linda di Gola Profonda, e Urlo (2010), che narra vita e arte di Allen Ginsberg. 

È anche abbastanza inutile ricordare qui i riconoscimenti e i tanti motivi per cui Pulp Fiction sia, a tutti gli effetti, uno dei film più amati della storia del cinema; troppe le scene e le battute entrate nella memoria cinefilica dei tantissimi aficionados. Per festeggiare, consigliamo di ballare dello scatenato twist; magari proprio con Tarantino come istruttore:

 

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box