Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 15 Marzo 2017

Per ottenere uno stile cinematografico bastano alcuni accorgimenti riguardanti le riprese video e la post produzione

Il look cinematografico

Nel video di oggi vediamo tanti aspetti interessanti che riguardano in linea generale tutti i vari settings con la fotocamera o videocamera (nel video di Jake Coppinger è presa ad esempio una Canon 60D). Sono utili accorgimenti per modificare già in sede di riprese il footage che passerà in postproduzione. Ora, nonostante, sia oggi possibile fare di tutto con i programmi di post-produzione (nel video è utilizzato Premiere), è sempre meglio considerare alcuni settaggi utili per acquisire immagini più gradevoli e soprattutto che abbiano quello che l'autore del video indica come "look cinematografico".

Ma cosa è il look cinematografico? Si tratta di un'immagine che ha un valore aggiunto, delle caratteristiche estetiche che la rendono più interessante della stessa immagine registrata magari con settaggi automatici.

A volte basta poco: regolare l'apertura del diaframma, la sensibilità ISO, la velocità di cattura dei fotogrammi... ma soprattutto una caratteristica da non dimenticare è il numero di fotogrammi al secondo.

Ricordiamoci che il cinema alla fine ha scelto l'aurea misura dei 24 fotogrammi al secondo. Quindi se li scegliamo abbiamo già raggiunto l'obiettivo di un'immagine che ci ricorda il cinema tradizionale.

Naturalmente anche l'Aspect ratio, ovvero le misure dell'immagine, sono importanti. Ed esistono modi per ottenere anche il formato 2.35:1 più esaltante di un normale 16/9. Altrettanto importante infine è la correzione del colore.

Godetevi il video!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box