Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 8 Luglio 2014

Quentin Tarantino e Kevin Smith parlano della loro visione registica. Che ruolo ha il cineasta all'interno di una produzione? Come si deve rapportare con gli altri?

Quentin Tarantino e Kevin Smith spiegano la loro visione registica

Oh, che video interessante che abbiamo scovato per i nostri pellegrinaggi nel vasto mondo della rete. Un'intervista  a Quentin Tarantino e Kevin Smith sulla loro visione come regista. Entrambi lanciati durante gli anni '90, i due autori spiegano alcune cose che hanno imparato durante la loro carriera, della responsabilità che un regista ha nei confronti della sua troupe nella riuscita o meno della pellicola. Entrambi cineasti nerd e particolarmente cinefili, sono riusciti, nel corso della loro attività, a produrre diverse pellicole entrate nell'immaginario cult (praticamente tutti i film di Tarantino, e la saga di Clerks per quanto riguarda Smith). 

Avvia la prova gratuita su MUBI

Tarantino su focalizza sull'idea di visione. Avere una visione, e impegnarsi per portarlo nel tuo film.  Il regista racconta che, prima di girare Le Iene (1992), ha avuto modo di parlare con Terry Gilliam, che gli ha dato alcuni ottimi consigli: “Come regista, il tuo mestiere non è quella di portare la tua visione. Il tuo lavoro è invece ingaggiare persone talentuose che possano farlo. Il tuo mestiere è articolargli ciò che vorresti vedere sullo schermo”. 

Secondo Kevin Smith invece, essere dei registi non richiede particolare talento, bensì semplicemente la capacità di comunicare bene. Ecco come ce lo spiega: “Tutto ciò che devi fare è saper rispondere bene alle domande; quello è il tuo lavoro. Sei particolarmente aperto ai suggerimenti, quindi davvero il lavoro di regista si basa principalmente sulla tua abilità di rispondere alle domande (…) L'intero crew, l'intero cast, tutto stanno solamente cercando di tirare fuori un'immagine che hai in mente. Come regista, ovviamente, devi avere un'idea di come deve sembrare il film”. 

Attualmente, Tarantino è al lavoro su un nuovo western in pre-produzione, The Hateful Eight, che vedrà un cast composto da Samuel L. Jackson, Kurt Russell, Bruce Dern, Tim Roth, Michael Madsen e Amber Tamblyn. Dal canto suo, Kevin Smith ha presentato allo scorso Festival di Cannes il progetto horror Anti-Claus, su un Babbo Natale cattivo e mangia-bambini. Oltre a ciò, è già in fase di montaggio Tusk, altro horror, interpretato da Justin Long e Haley Joel Osment. 

In attesa di questi nuovi lavori, sentiamo cos'hanno da dire su un mestiere tanto ambito quanto ambiguo come quello del regista: 

 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box