Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 10 Luglio 2014

Un cast d'eccezione per il nuovo progetto di Wong Kar-wai, The Ferryman: Tony Leung Chiu-Wai, Gianna Jun (Jeon Ji-Hyun) e Takeshi Kaneshiro. La pellicola, tratta da una storia di Zhang Jiajia, racconterà di una tormentata storia d'amore

Tony Leung Chiu-Wai, Gianna Jun e Takeshi Kaneshiro di nuovo con Wong Kar-wai per The Ferryman

Tony Leung Chiu-Wai nuovamente con Wong Kar-wai? Potrebbe succedere in The Ferryman, ultimo progetto annunciato dal maestro hongkonghese. E non sorprende nessuno, dato che i due hanno già girato insieme 7 pellicole, contando anche il cameo di Leung in Days of being wild, opera seconda dell'autore. Attualmente in pre-produzione, The Ferryman è l'adattamento di una short story firmata Zhang Jiajia, la quale racconta del rapporto amoroso tra una donna e un artista sposato. Insomma, come sempre, il cineasta s'immergerà in tormentati liaison dalla forte componente melodrammatica, ma conoscendolo, siamo sicuri che il meticolosissimo e sofisticato stile avrà il sopravvento sul resto.

Le riprese sono previste per Settembre, ma in verità coi film di Wong Kar-wai non si sa mai fino all'ultimo. Basti pensare a The Grandmaster, annunciato nel 2008 ma arrivato nelle sale solo 5 anni dopo, essendo rimasto bloccato per i motivi più disparati, tra cui un'infinita fase di montaggio e un attore protagonista infortunato sul set. Se andasse esattamente come allora, non vedremo The Ferryman prima del 2019!! Intanto, è stato annunciato anche il resto del cast, che comprende alcuni tra i maggiori talenti asiatici presenti sul panorama: ecco Takeshi Kaneshiro, altro fido compagno di Kar-wai, con cui ha già collaborato per il dittico Hong Kong Express / Angeli Perduti, poi abbiamo Gianna Jun (Jeon Ji-Hyun), la bellissima attrice coreana aka la Sassy Girl in persona, e infine, la mainlander Tang Wei, attesa anche alla prossima Mostra di Venezia per The Golden Era di Ann Hui. Nessuno degli interpreti chiamati è comunque confermato al 100%: questi sono gli attori che vorrebbe Wong, ma nulla vieta loro di non accettare. In quel caso, però, sarebbero degli autentici folli: chi è che rifiuterebbe di lavorare con uno dei migliori registi viventi? 

In attesa, non rimane che rispararci senza interruzione tutti i precedenti capolavori dell'autore, in primis i capisaldi degli anni '90. D'altronde, esistono forse dei film più rappresentativi di quel decennio di Hong Kong Express e Angeli Perduti? Altre pellicole che ci abbiano comunicato la medesima sensazione di malinconia esistenziale? Di alienazione urbana? Di tenero romanticismo sfuggente? Probabilmente no.
Nel frattempo, per alimentare le attese, eccovi un filmato in cui il cineasta ci spiega alcune dietro le quinte di The Grandmaster: buona visione!

 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box