Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 6 Gennaio 2017

La scena perfetta al cinema? Più volte, una geniale combinazione di immagini e musica. Ecco 4 scene chiave, da "Arancia meccanica" a "Trainspotting"

Arancia Meccanica

La scena perfetta al cinema? Più volte, una geniale combinazione di immagini e musica. Pensiamo ad esempio all'intro del capolavoro 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick: d'accordo, le immagini del film sono così perfette che in ogni caso avrebbero colpito nel segno, ma è innegabile che l'uso delle note di Richard Strauss aggiunga non uno, bensì mille punti in più per caricare la scena di ulteriore evocazione. 

Ma Kubrick, ormai lo sappiamo, è stato un autentico maestro nel saper sempre trovare la musica giusta per i propri lavori, e per fare un altro esempio, possiamo citare l'iconico momento di Arancia Meccanica in cui il protagonista Alex DeLarge, immerso nella violenza più delirante, si mette improvvisamente a intonare Singing in the rain di Gene Kelly, regalandoci dei potentissimi brividi da applausi immediati.

 

Andando in tempi più recenti, impossibile poi non amare alla follia la sequenza dell'overdose in Trainspotting di Danny Boyle. La canzone scelta per l'occasione è l'immortale Perfect Day di Lou Reed, che oltre a contrastare con singolare eccentricità quello che sta succedendo in scena, serve anche per sottolineare ulteriormente l'allucinata euforia del Mark Renton di Ewan McGregor. Se poi ci aggiungiamo che pure lo stesso Reed è stato dipendente da eroina, allora il gioco ad incastri è fatto.

 

Infine, che grande genialata di Francis Ford Coppola, scegliere come canzone d'apertura di Apocalypse Now l'iconico The End dei The Doors, evidenziando il mood funereo di tutto il film e accompagnando perfettamente la condizione psicofisica del protagonista interpretato da Martin Sheen. E dopo, ecco un secondo colpo di maestria, quando a partire, assieme all'attacco in elicottero, è il grande Wagner.

 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box