Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 24 Ottobre 2015

Si svolgerà dal 27 ottobre al 1° novembre la prima edizione di Diritti a Todi – Human Rights Film Festival, evento dedicato a tematiche inerenti i diritti umani. Tra gli ospiti attesi, anche il grande Bernardo Bertolucci

Diritti a Todi

Si svolgerà dal 27 ottobre al 1° novembre la prima edizione di Diritti a Todi – Human Rights Film Festival, evento dedicato a tematiche inerenti i diritti umani. Oltre 2000 le opere arrivate negli uffici dei selezionatori, poi scremate fino a tradursi in 10 lungometraggi e 30 corti, a cui si affiancheranno spettacoli, convegni, focus, conferenze e mostre. Spiega l'organizzazione: “Siria senza pace, India senz'acqua, Beirut senza corrente, Sardegna senza lavoro, Palestina senza futuro. Conflitti da prima pagina o trascurati dai media, narrati attraverso storie esemplari di persone comuni: il profugo, l'omosessuale, il detenuto, l'adolescente. Privazioni, lotte, sofferenze e aspirazioni raccolte in ogni continente”.

Diversi gli ospiti attesi, a iniziare da un mito assoluto come Bernardo Bertolucci, autore di indimenticabili perle come Novecento, Ultimo tango a Parigi, Il conformista, L'ultimo imperatore e The Dreamers. Di più: dovrebbe approdare alla manifestazione pure il romanziere Bijan Zarmandili, così come Don Mussie Zerai, missionario candidato al Nobel per la Pace. Saranno poi presenti, in veste di giurati: Mimmo Calopresti, Desideria Rayner, Boris Sollazzo, Paolo Bruno, Federico Pommier Vincelli, Francesca Fornario, Paolo Briguglia, Giovanni Scifoni.

[Leggi anche: Bertolucci, Sorrentino, Garrone e altri mandano una lettera al governo italiano]

Insomma, per essere solamente al primo anno, l'offerta pare decisamente ghiotta e interessante, e speriamo proprio che questo possa essere solo l'inizio di una nuova sfavillante avventura destinata a proseguire ancora più in grande nel corso delle prossime edizioni. Il plauso va allo staff guidato dai direttori artistici Francesco Cordio e Antonio Bellia, che per l'occasione sono stati sostenuti dalla Regione Umbria, dall'Università di Perugia, dall'Associazione dei Giovani Produttori Indipendenti (AGPCI) e da Amnesty International. Per spulciare bene il programma nel dettaglio, date un'occhiata al sito ufficiale dell'evento

Categorie generali: 

Facebook Comments Box