Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 15 Settembre 2014

Il Villa Manin di Udine ospita fino all'11 Gennaio 2015 una mostra dedicata al genio di Man Ray. Tra le opere in cartellone, anche i suoi celebri cortometraggi dadaisti, i quali hanno fatto la storia del cinema surrealista

Mostra Man Ray al Villa Manin di Udine

Evento imperdibile al Villa Manin di Udine: fino all'11 Gennaio 2015, sarà aperta al pubblico una mostra dedicata a Man Ray, tra gli artisti più amati e celebrati del ventesimo secolo. Più di 300 opere previste, le quali seguiranno la carriera del Maestro dall'Europa agli Stati Uniti, comprendendo il genio nella sua totalità: non solo fotografo e pittore, ma anche regista di film sperimentali che hanno fatto la storia del cinema surrealista.

Il debutto dietro la cinepresa avvenne nel 1923 con Le retour à la raison, presentato in una delle celebri serate dadaiste nelle quali Man Ray era perfettamente inserito: la pellicola incarna proprio lo spirito dell'avanguardia che Duchamp rese celebre in tutto il mondo artistico, trattandosi di un cortometraggio che evita ogni possibile struttura razionale; piuttosto, l'opera sa di provocatorio collage, un assemblaggio dada però impresso su pellicola. Tra i suoi successivi lavori in questo campo, ricordiamo Emak-Bakia ('26), L'etoile de mer ('29) e Les Mystères du Chateau de Dè ('29), che confermano Man Ray come cineasta fuori da ogni logica narrativa o semantica, in un periodo storico in cui gli intellettuali e gli studiosi cercavano proprio di capire e incasellare il cinema nelle categorie dell'arte. Insomma, mentre tutti gli altri sono impegnati a trovare delle regole, Man Ray, assieme alla sua banda, dimostrò in largo anticipo come nella disciplina non possano proprio esistere comandamenti: un pensiero, questo, di cui faranno tesoro futuri cineasti, e pensiamo al liberatore dell'immagine Jean-Luc Godard.

Ovviamente, a Villa Manin non ci sarà solo cinema, bensì grandissimo spazio anche per tutte le altre carriere di Man Ray, con imprescindibili capolavori dell'arte visiva come Le Violin d'Ingres ('24), Cigarettes, rayograph ('24) e Primat de la matiére sur la pensée ('29). La Mostra sarà aperta da Martedì a Domenica (chiusura il Lunedì), con orario continuato dalle 10 alle 19: il prezzo del biglietto è di 10 euro (8 il ridotto, 5 per i gruppi), con servizio di autoguida compreso. Insomma, noi stiamo già organizzando la nostra tappa udinese per tuffarci nel suggestivo mondo di Man Ray, e voi?

Per maggiori info: http://www.villamanin-eventi.it/mostra_man-ray.php

Categorie generali: 

Facebook Comments Box