Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 8 Luglio 2014

L'artista e videomaker svedese Anders Weberg sta realizzando Ambiancé, il film più lungo della storia del cinema, che avrà la durata di ben 720 ore, ovvero circa 30 giorni!! Previsto per il 2020, ne è stato rilasciato un primo trailer di 72 minuti

Ambiancé di Anders Weberg, il film più lungo della storia del cinema

Il film più lungo della storia del cinema? Lo sta realizzando l'artista e videomaker svedese Anders Weberg. Il suo ultimo progetto, Ambiancé, durerà la bellezza di 720 ore, ovvero circa 30 giorni!! La pellicola non sarà pronta prima del 2020, ma l'autore ne ha già rilasciato un trailer dalla durata di 72 minuti, praticamente il lasso di tempo di un lungometraggio più tradizionale. 
Disponibile solo fino al 20 Luglio, il trailer ci dà le prime indicazioni sull'opera, che s'immergerà nello spazio e nel tempo per raccontare un sognante viaggio surreale. Ambiancé, insomma, sarà un trip astratto e non lineare che spiegherà il rapporto di Weberg con le immagini in movimento. Il regista ha inoltre dichiarato che una volta proiettato in ogni continente nel 2020, la pellicola verrà distrutta. 

Lo vedremo alla Mostra del Cinema di Venezia? Piuttosto alla Biennale Arte, che guardacaso dura parecchi mesi. Quest'operazione avrà un suo pubblico? Magari giusto qualche curiosone disposto a fermarsi in sala per 15 minuti, o magari un Enrico Ghezzi accampato in tenda. Prima di Weberg, altri artisti hanno cercato di battere il record come film più lungo della storia del cinema. Per esempio, è del 2011 Modern Times Forever del gruppo danese Superflex, pellicola dalla durata di 240 ore (10 giorni) proiettata all'interno dell'IMHE Contemporary Art Festival di Helsinki. Cinémation del regista francese Gérard Courant dura invece 188 ore (7 giorni), e contiene una serie di vignette mute dedicate a rinomate personalità del mondo cinematografico e amici dell'autore come Nagisa Oshima, Ken Loach, Wim Wenders, Jean-Luc Godard, Samuel Fuller, Roberto Benigni e Terry Gilliam. 

Andando in territori più narrativi, non possiamo ovviamente evitare di citare le 15 ore e mezza di Berlin Alexanderplatz, girato da Fassbinder nel 1980. Il film è stato spezzato per la televisione tedesca, ed è solitamente considerato una mini-serie tv, ma ricordiamo che è stato anche proiettato nella sua interezza in diversi festival di cinema. Che dire poi di Lav Diaz? Tra le sue pellicole troviamo Evolution of a Filipino Family (540 minuti), Melancholia (450) e Death in the Land of Encantos (anch'esso 540). Non male nemmeno The Movie Orgy, documentario intrippato realizzato da Joe Dante nel '68, dalla durata di 7 ore. 

Intanto, per i più curiosi, ecco il trailer di Ambiancé

 

 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box