Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 18 Luglio 2017

Difficile limitare le preferenze in fatto di film. Ecco il tentativo di David Lynch, limitato a soltanto 5 titoli

David Lynch

Difficile limitare le preferenze in fatto di film. Ecco il tentativo di David Lynch raccolto da Fandor, limitato a soltanto 5 titoli. Ma sono titoli di tutto rispetto e che in qualche modo ci saremmo aspettati.

Infatti, non solo era prevedibile un Hitchcock (La finestra sul cortile, che secondo Lynch condensa qualcosa di grande in qualcosa di piccolo), ma anche un Kubrick (Lolita, avreste indovinato?). Più difficili gli altri 3.

Ci fa tantissimo piacere che ci sia proprio in testa Federico Fellini con 8 e 1/2 ,per il quale Lynch scomoda la genialità di un pittore come capacità di immaginare un tema astratto. Mentre un'altra bella sorpresa è Jacques Tati. Lynch davvero conosce a menadito la storia del cinema. Infatti, pochi cineasti arrivano al livello di surrealtà di Tati.

Infine Viale del tramonto, il capolavoro di Billy Wilder e che tanti temi porta con sé da ispirare altri cento film... e non solo la Hollywood descritta e mai esistita forse realmente.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box