Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 5 Gennaio 2015

"Il Vincisangue", horror che si rifà al genere gotico, scritto e diretto da Matteo Mo, è un esperimento di produzione a basso costo. Uscirà on line il 6 gennaio nel canale You Tube “Sabaoth Film”

"Il Vincisangue"

Il Vincisangue, è un horror che si rifà al genere gotico. Racconta la storia di una donna che perde il marito in circostanze misteriose, tra i canali di Venezia. Insieme a un ispettore la protagonista andrà alla ricerca del marito, scoprendo una serie di elementi inquietanti e di minacce che riguarderanno non solo loro ma l’intero pianeta Terra, che potrebbe essere sconvolto da una rivoluzione senza precedenti. I riferimenti del film sono chiarissimi: si tratta, infatti, di un recupero diretto di quel filone creativo, che si sviluppò in Italia negli anni cinquanta con autori come Riccardo Freda (I vampiri) e poi Mario Bava fino ad arrivare a Dario Argento, negli anni settanta.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Interessante è il fatto che il film sia una sorta di esperimento cinematografico a bassissimo budget. Infatti, è costato appena quattordicimila euro. La realizzazione del film è basata su un'efficace scelta dei set ambientali e delle colorazioni dei filtri in post produzione. Nella narrazione i sogni svolgono un ruolo fondamentale, per cui tutti gli squarci visionari alimentano la dimensione onirica del film. Non è mancato lo spazio per brevi digressioni umoristiche e un riferimento alle dinamiche compositive dei fumetti.

Il Vincisangue è scritto e diretto da Matteo Mo, attore e regista piemontese che ha già una decennale esperienza in ambito teatrale e cinematografico. A proposito del film dichiara il regista: “La passione per il cinema mi spinge a muovere gli occhi. Il cinematografare allena lo sguardo, chiede il massimo: l’esercizio della lucidità. Nel magma di questa rotazione penso a dove siamo giunti oggi e non posso fare a meno di ritornare con la mente al cinema di genere. Quello geniale, spigoloso, che ti avvolgeva nel becco di una storia per poi trascinarti nelle ragnatele avvolgenti di un carico formidabile d’atmosfera, costringendoti a dialogare a passo libero con i tuoi limiti. Penso ai film di Mario Bava, ai colori sporgenti che era in grado di catapultarci addosso, mi vengono in mente i primissimi lavori di Dario Argento: su tutti le traiettorie dell’uccello dalle piume di cristallo. Gli zombi di Romero. Gli alieni del capolavoro carpenteriano Essi vivono. Elementi profondi più di quel che potremmo captare a prima vista, durante una lettura superficiale. Stilemi formidabili che vogliono invitarci ad una maggiore esplorazione. Tutti simboli che ci chiamano a riflettere sul male. Ad essere guardinghi nei suoi confronti. A tracciare una linea dentro la nostra persona, tra quello che esso vorrebbe generare e quello che è invece corretto accettare e applicare. Le ingiustizie della società che all’improvviso ci appaiono di fronte. La comprensione della possibilità di una scelta ci illumina in pieno il viso. Scopriamo la responsabilità. Siamo importanti. Determinanti. Perché abbandonare questa folgorante possibilità di assorbire le immagini lasciandoci educare in modalità artisticamente elastica? In Italia, un tempo madrina di tutto ciò, il cinema di genere non si pratica più. O meglio, lo si fa estremamente di rado. Troppo. Forse i più vispi e attenti sono i fratelli Manetti. Per questo ho deciso di girare Il Vincisangue. Non una citazione, non un’operazione filologica, ma un tentativo di ritorno a quelle dinamiche. La pelle di certe colorazioni che si affacciano sulla nostra epoca contrastando la catalessi addolorata nella quale rischiamo di piombare. Svegli dobbiamo restare! Riprenderci il diritto di denuncia, riaccendere la fiammata della scelta. Il non soccombere. Un thriller soprannaturale che vira all’horror dalle tinte leggere. Spavento produttivo per imparare a non tenere le pupille imbolsite. Guardare attraverso.”

Il Vincisangue è prodotto da Sabaoth Film, casa di produzione indipendente dal 2004, che ha sostenuto il Sabaoth International Film Festival, evento cinematografico biennale a sfondo etico e sociale che si svolge a Milano. Il Vincisangue uscirà alle ore 23.00 del 6 gennaio sul You Tube Official Channel “Sabaoth Film”.

Trailer di "Il Vincisangue"

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box