Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 17 Maggio 2014

Carlo Chatrian, direttore dell’appuntamento tanto atteso a Locarno, Svizzera, il Locarno Film Festival che si svolgerà quest’anno dal 6 al 16 agosto, annuncia come ospite Dario Argento e uno dei suoi capolavori L'uccello dalle piume di cristallo

Il maestro dell'horror Dario Argento

Da Cannes a Locarno… dalla vetrina del festival francese, Carlo Chatrian, direttore dell’appuntamento tanto atteso a Locarno, Svizzera, il Locarno Film Festival che si svolgerà quest’anno dal 6 al 16 agosto, ha annunciato il prestigioso ospite: Dario Argento. Il maestro dell’horror, amato in tutto il mondo, e del quale si considerano capolavori e culti diverse opere, presenterà L’uccello dalle piume di cristallo (1970). Il film farà parte di una serie che omaggerà la gloriosa casa di produzione Titanus. La casa di produzione italiana fu fondata da Gustavo Lombardo nel 1904. All’inizio, come Lombardo Film, distribuiva pellicole per la più importante Itala Film di Torino. Successivamente si espanse, distribuendo opere provenienti dall’estero, tra cui quelle di produzione francese Gaumont e americana della Vitagraph. Si chiamò “Titanus” solo a partire dalla fine degli anni venti, quando trasferì la sede da Napoli a Roma. La produzione è davvero sterminata e tanto per fare due nomi va da L’ombra di Mario Caserini del 1917 a Fracchia contro Dracula (1985) di Neri Parenti. Tra i grandi autori prodotti, si va da Valerio Zurlini a Ermanno Olmi a Luigi Comencini, Giuseppe De Santis, Dino Risi, Vittorio De Sica, Luchino Visconti, Mauro Bolognini.
Secondo Chatrian, Argento ha accettato l’invito prima di tutto perché era molto vicino all’ultimo grande produttore della Titanus, Goffredo Lombardo, figlio del fondatore Gustavo. L’uccello dalle piume di cristallo fu infatti finanziato proprio da Lombardo. In secondo luogo Argento vuole incontrare nel corso del prossimo festival tutti i giovani filmaker per mostrare loro la serie di corti, i “Corti di Paura”, che sono stati programmati soltanto in tv dalla RAI.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box