Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 19 Giugno 2014

Uscito il trailer finale di Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie, pellicola di Matt Reeves che funge da sequel al reboot del 2011. Rinnovato gran parte del cast, stavolta guidato da Jason Clarke, Gary Oldman e Keri Russell

Apes Revolution, Il Pianeta delle scimmie di Matt Reeves

Sale sempre più l'attesa per l'apocalisse animale che invaderà i nostri schermi il 30 Luglio: la 20th Century Fox ha diffuso il final trailer, in lingua originale, di Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie. La pellicola, diretta da Matt Reeves (autore del cult Cloverfield), è ambientata 15 anni dopo gli eventi narrati da L'alba del pianeta delle scimmie di Rupert Wyatt, prequel che raccontava le origini dello scimpanzé leader della successiva rivoluzione delle scimmie contro la razza umana. 
Il drammatico sci-fi, sorprendente tour de force visivo sprizzante tensione, pathos, suspense ed epica, vedeva James Franco e Freida Pinto crescere come uno di famiglia il cucciolo di scimpanzé Ceasar, intelligente ed evoluto, che però gli viene strappato e fatto rinchiudere in un centro per primati, maltrattato e abusato insieme ai suoi simili. Nello spettacolare e al tempo stesso commovente finale, la razza delle scimmie è ormai in rotta con gli uomini e pronta alla vendetta. Vendetta che, a giudicare dalle immagini di questo trailer, sarà spietata: orde di scimmie che cavalcano, eccidi di umani, minacciose negoziazioni interspecie, scontri spettacolari e animali sempre più vicini alla conquista della Terra.

In questo sequel, il cast 'umano' è rinnovato: protagonisti sono Jason Clarke (Il grande Gatsby), Gary Oldman (La talpa), Kodi Smit-McPhee (ora in sala con The Congress), Keri Russell (star della serie tv The Americans) e Toby Kebbell (The Counselor - Il procuratore). Nei panni digitali di Ceasar ritorna invece Andy Serkis, ormai una garanzia in quanto a mutazioni di performance capture (è già stato Gollum nella trilogia di Il signore degli anelli e King Kong nell'omonimo film di Peter Jackson).
L'alba del pianeta delle scimmie e questo nuovo Apes Revolution sono stati concepiti come un rinfrescante reboot di una saga mitica che ha le sue radici addirittura nel lontano 1968: complice lo spirito di cambiamento dell'epoca, Il pianeta delle scimmie di Franklin J. Schaffner, tratto dall'omonimo libro di Pierre Boulle (1963), aveva gettato un'ombra inquietante sull'evoluzione e sulla specie umana come unica dominante. Al cult erano seguiti L'altra faccia del pianeta delle scimmie (1970) di Ted Post, tre sequel negli anni '70, una serie tv e un fallimentare tentativo di riavvio del franchise ad opera di Tim Burton. Stavolta, però, stando al successo di critica e pubblico della nuova guerra tra umani e scimmie, pare che la saga sia definitivambente risorta, e in grande stile: chapeau.

 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box