Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 16 Maggio 2017

Rappresentare la rabbia per un attore è un momento di grande sfida. Tra i più celebri interpreti di questo sentimento c'è di sicuro Jack Nicholson. Un video saggio ripropone la sua grande arte

Jack Nicholson

Rappresentare la rabbia per un attore è un momento di grande sfida. Tra i più celebri interpreti di questo sentimento c'è di sicuro Jack Nicholson. Il video saggio di oggi ripropone la sua grande arte.

A distinguere le sue celebri interpretazioni notiamo quanto possa diventare sottile l'arte di rappresentare un sentimento. In questo caso la rabbia comporta per l'attore almeno una doppia sfida. Deve prima di tutto cimentarsi con il movimento fisico, che deve senza alcun dubbio trasmettere allo spettatore tutta l'agitazione del personaggio interpretato. Ancora, quel misto di frustrazione e disperazione che c'è dietro la collera che sfocia in brutali movimenti fisici. 

In alcuni casi la rabbia sfocia in azione quando per molto tempo una reazione era stata soffocata, vedi per esempio il quasi soffocamento dell'infermiera in Qualcuno volò sul nido del cuculo

Nicholson sembra poi maestro nel rappresentare quella rabbia più psicologica, che forse raggiunge il suo apice psicotico in Shining. In effetti, qui, possiamo dire che Nicholson è riuscito quasi a farsi temere di più prima che corresse con l'ascia all'inseguimento delle sue vittime, moglie e figlio... 

In altri casi la rabbia di Nicholson suggerisce paura, ma anche solitudine o tristezza. Il che diventa ancora più difficile per le espressioni del viso amministrare tanti sentimenti.

Insomma, ci rendiamo presto conto, come suggerisce il buon NoFilmSchool, che Nicholson è un attore polifonico. Ma quello che ci si può chiedere è su quali passaggi psicologici Nicholson riesca a costruire un personaggio magistrale per girare una scena che prevede di certo un'emozione di rabbia, ma non può certo lo script aiutare l'attore a rappresentarla nel migliore dei modi.

Insomma, l'argomento affrontato dimostra, se ce ne fosse bisogno, che spesso un buon attore può risolvere anche un copione poco interessante. Gli basta solo se stesso, poiché attraverso la sua arte recitativa, diventa subito per lo spettatore, il punto di attrazione.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box